Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Manzo alla birra e cipolla

Un piatto tipico del Belgio

Care Amiche e cari Amici de La Voce, continuiamo il nostro viaggio internazionale tra le prelibatezze gastronomiche proposte dai vari Paesi del mondo. Questa settimana, siamo in Belgio, terra dove non è raro trovare piatti cucinati con la birra. E’ questo il caso del manzo alla birra e cipolla.

Non è particolarmente difficile da preparare ma richiede un po’ del vostro tempo: 25 minuti per la preparazione e tre ore per la cottura.

Per realizzarlo per 6 persone dovrete accessoriarvi di 600 grammi di polpa di manzo, 250 grammi di cipolle, 150 grammi di prosciutto crudo, 30 grammi di farina, 6 decilitri di birra (meglio scegliere una scura poiché i suoi aromi esalteranno il gusto del piatto), un cucchiaio di aceto di vino rosso ed un cucchiaio di zucchero di canna. Inoltre, prezzemolo, alloro, timo, strutto, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Innanzitutto occupatevi della carne. La polpa di manzo dovrà essere tagliata a dadini, salata e pepata. Dopodiché, mettetela a rosolare con un po’ di strutto e non appena avrà preso colore, toglietela dal fuoco e conservatela in caldo.

Togliete la maggior parte del grasso depositato durante la rosolatura e quello che resta, usatelo per dorare la farina. Aggiungete qualche cucchiaio di acqua tiepida, metà della birra e l’aceto.

Sbucciate e affettate le cipolle, mettendole poi a rosolare nello strutto. Al termine, in un’altra pentola, mettete insieme la carne, le cipolle, la salsa alla birra ed il prosciutto che dovrà essere tagliato a dadini.

A questo punto, tutto il vostro composto dovrà essere cosparso con il prezzemolo tritato, il timo, l’alloro, lo zucchero di canna, il sale, il pepe e quel che è rimasto della birra.

Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere per due ore e mezza a fuoco lento. Di quando in quando, preoccupatevi di rigirare il vostro composto. Al temine, servite in tavola assicurandovi che sia caldo ma bollente.

Per degustare meglio il vostro manzo alla birra, essendo il Belgio una delle patrie di questo nettare, vi suggerisco una Rodenbach che potrete usare anche per cucinarlo.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =

Close