Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Teglia alla bulgara

Trionfo dell’agnello e del maiale insieme alle verdure

Care Amiche e cari amici de La Voce, questa settimana siamo in Bulgaria, terra dai sapori importanti e piccanti. Tra le varie proposte della cucina locale, ho scelto per voi la teglia alla bulgara, un autentico trionfo della carne d’agnello e di maiale che si sposano tra cipolle e peperoni.

Non è difficile da preparare ma servirà un po’ di tempo: 20 minuti per la preparazione ed un’ora e mezza per la cottura.

Per realizzarla per quattro persone, fornitevi di quattro costolette di agnello, quattro costolette di maiale, 150 grammi di riso, 60 grammi di burro, 250 grammi di melanzane, 500 grammi di pomodori, due patate e tre peperoni. Per preparare l’indispensabile brodo di carne, accessoriatevi di un cucchiaino di paprica e quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva. Inoltre, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Innanzitutto dedicatevi alle costolette di agnello e di maiale, facendole rosolare nel burro e nell’olio, per una decina di minuti. Correggete con sale e pepe ed al termine, conservatele al caldo.

Il fondo di cottura dove avete rosolato le costolette vi servirà per far rosolare dieci minuti le cipolle ed i peperoni che dovranno essere tagliati a listarelle. A questo punto, versate in una casseruola e fate bollire un litro di brodo di carne.

E’ il momento di pensare alle melanzane ed alle patate che dovrete sbucciare e tagliare a cubetti, così come taglierete i pomodori, riducendoli a pezzetti. Mettete a cuocere in acqua bollente il composto di melanzane, patate e pomodori per una decina di minuti.

Ora, versate il brodo insieme alle verdure ed al riso in una pirofila dotata di coperchio. Fate cuocere per un’ora a pirofila chiusa col coperchio e all’occorrenza, aggiungete altra acqua salata qualora doveste notare che il tutto tende ad asciugarsi eccessivamente. A cottura ultimata, servite in tavola la pirofila, dopo aver coperto le verdure con la carne che avete fatto rosolare.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, il mio suggerimento è un prodotto italiano come un Chianti classico DOCG oppure, un Montepulciano d’Abruzzo DOC.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + diciotto =

Close