Benessere

Parliamo ancora di ciò che impedisce di vivere sereni e le soluzioni della Nuova Scienza

Qualsiasi problematica dipende da un squilibrio Energetico, il quale è causato da scorrette Informazioni

Introduzione alla Biofisica

Vi ricordate l’esempio dei sassi? Ora Facciamo lo stesso esempio, cioè lasciamo cadere due sassi nell’acqua. Ma questa volta contemporaneamente, quindi nello stesso tempo, cioè in fase. Cosa succede ora quando si incontrano? Si sovrappongono, e cioè si sommano aumentando la loro energia. Facciamo un esempio, diciamo che è sabato sera e siamo troppo stanche per uscire, ma vuoi per un motivo o per un altro ci lasciamo convincere ed usciamo. Andiamo magari ad una festa e conosciamo alcune persone, le quali sono in armonia tra loro e ci stanno subito simpatiche. Ecco che in 5min ci sentiamo bene e cominciamo a ridere a scherzare e addirittura balliamo con loro. L’energia dell’ambiente aveva un interferenza costruttiva alla nostra, e cioè le giuste vibrazioni, ci hanno equilibrato permettendoci di lasciar fluire, la nostra energia vitale Q.I. quella che le discipline orientali chiamato Chi o ki.

Alcune nozioni di biofisica cellulare

Nell’ambito della biofisica i fenomeni di tipo elettromagnetico hanno grande importanza per comprendere l’interazione degli esseri viventi col mondo fisico. L’aspetto dualistico della materia è una legge naturale fondamento della fisica: la luce può essere considerata sia come particella che come onda elettromagnetica. Noi non siamo semplici “macchine chimiche”. Sappiamo che nella materia vivente le molecole non interagiscono a caso e ci si chiede quale possa essere il meccanismo fisico a lunga distanza fra le molecole, attraverso il quale le molecole giungono a colpo sicuro, senza sbagliare indirizzo, nel luogo giusto al momento giusto per l’incontro ravvicinato di tipo chimico. L’unico candidato per questo ruolo può essere il campo elettromagnetico che è capace sia di interagire con le molecole sia di operare a grandi distanze.

La ricezione elettromagnetica

Le cellule hanno capacità di recepire ed integrare segnali luminosi, percependo di essi sia la frequenza che la direzione. Ciò è stato dimostrato mediante speciali apparecchiature microscopiche a contrasto di fase con luce infrarossa [Albrecht-Buehler, 1991]. Inoltre da molti altri studi viene proposto che le varie reazioni biochimiche, comunque necessarie, siano regolate da forze di natura fisica.[Frohlich, 1988; Del Giudice et al., 1988a; Bistolfi, 1989; Hameroff, 1997].

Le vie di superconduttività elettromagnetiche

Le alterazioni dei parametri biofisici, soprattutto elettro-fisici, si comunicano rapidamente a larghe distanze nei liquidi biologici e lungo vie di superconduttività che corrispondono approssimativamente alle vie dei meridiani dell’agopuntura cinese. Un contributo alla caratterizzazione dei canali energetici che avvolgono il nostro corpo, è stato dato dalle misure effettuate nel ’96 da Charles Shang della Boston School of Medicine con sistemi SQUID (Superconducting Quantum Interference Devices) in grado non solo di mappare i percorsi dei meridiani e dei principali punti di agopuntura sulla cute, ma anche di differenziarne i valori di campo di alcuni di questi ultimi, al variare delle condizioni del soggetto controllato.

I punti singolari

E’ noto che nel corpo umano esistono una grande quantità di punti singolari della cute, circa 400 per l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), punti di affioramento superficiale di 20 meridiani principali, oltre ad altri punti e meridiani meno conosciuti [WHO – A proposed standard international acupuncture nomenclature: report of a WHO scientific group – World Health Organization Geneva 1991]. I suddetti punti sono caratterizzati da bassa resistività rispetto al resto della cute ed anatomicamente mostrano recettori molto più superficiali.

Inoltre nel 2002 sempre l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato la lista delle 28 affezioni contro cui l’Agopuntura è molto efficace. Questa lista si basava su studi clinici controllati e archiviati nella letteratura scientifica.
Infatti, la grande scoperta degli anni ottanta della nuova scienza è che all’interno del corpo umano ci sono dei flussi d’informazioni organizzati e ordinati che veicolano l’energia.

Questi flussi (vie di superconduttività elettrica) corrispondono perfettamente ai canali di agopuntura descritti oltre 6000 anni fa dai cinesi e chiamati meridiani.

Questi flussi o meridiani permettono ad ogni cellula nel nostro corpo di ricevere la giusta energia e la giusta informazione sul cosa, sul come e quando fare una determinata azione bio-chimica. La legge che li organizza e quindi mantiene il loro equilibrio si chiama:

LEGGE DEI 5 ELEMENTI

La Legge dei 5 Elementi regolamenta i cinque movimenti dei 14 meridiani principali. Da come sono in equilibrio tra loro dipende il nostro stato energetico, cioè l’energia vitale (che ricordiamo), è chiamata chi o ki.

10 di questi meridiani principali prendono il nome dell’ organo che attraversano, e vengono divisi in coppie al fine di formare delle coppie coerenti nelle loro funzioni.

Nella Legge dei 5 Elementi ogni cosa viene correlata ad uno degli elementi e, per una strana simbologia, l’aria viene sostituita dal metallo.

ELEMENTO ORGANI

Metallo: polmoni/intestino crasso
Acqua: reni/vescica
Legno: fegato/cistifellea
Fuoco: cuore/intestino tenue
Terra: stomaco/milza-pancreas

Quindi gli stress che abbiamo visto prima:

Tossine
Elettrosmog
Stress emotivo

Possono bloccare in un elemento il Ki che circola nei Meridiani; in questo caso si creerà una congestione (Sovra-stress), l’energia aumenterà e creerà una problematica calda. (Es: Dolori, infiammazioni, mal di testa, nervosismo)

Questo provocherà una mancanza di energia nel Meridiano successivo (Stress) che indebolirà l’organo da lui alimentato creando una problematica fredda. (Es: Intestino pigro, problematiche della pelle, ritenzione idrica, obesità ecc….)

Quindi la vera soluzione è quella di contrastare le interferenze distruttive cioè gli stress con le interferenze costruttive e cioè le buone vibrazioni, quindi sottoporre il nostro corpo alle giuste informazioni che possono essere prese dall’esterno o dall’interno se o quando riusciremo a prendere consapevolezza dei nostri pensieri (informazioni).

Noi siamo fatti di materia, la quale è ENERGIA compressa e questa Energia è controllata da Informazioni, anzi dato che l’Energia si esprime in Onde, le quali si differenziano per Frequenza, allora le informazioni (Bio-frequenze) sono l’essenza dell’Energia!

Quindi qualsiasi problematica dipende da un squilibrio Energetico, il quale è causato da scorrette Informazioni. Queste Biorequenze sono la vita, poiché se sono corrette allora la Biofisica (campo energetico) e la Biochimica (Molecole) dei nostri organismi sono e rimangono corrette.

Queste ci permettono di vivere in un perfetto equilibrio, fisico energetico e psichico.

Marco Fincati

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − quattordici =

Close