Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Proseguiamo il viaggio nelle Weissebier: la Weizen Bock

Una birra che racchiude in sé il fascino della storia antichissima della Baviera

Care amiche e cari amici de La Voce, la scorsa settimana abbiamo parlato della Dunkel Weissebier, specialità della terra di Baviera, in Germania. Oggi, vorrei proporvi la conoscenza di una “sorella” della Dunkel: la Weizen Bock.

La Weizen Bock è una birra che racchiude in sé il fascino della storia antichissima della Baviera, miscelato con i sapori ed i profumi della frutta e del malto. Da un punto di vista alcolico, è un po’ più impegnativa della Dunkel, ma non eccessivamente. Direi che è il caso di andare a conoscerla da vicino, come sempre.

WEIZEN BOCK

Fermentazione: spontanea
Classificazione legale: doppio malto
Classificazione commerciale: specialità
Storia: millenaria – Aventinus è la più antica Weizen Bock prodotta nel 1907 alla Weisse Brauhaus di Monaco, con il metodo Champenoise come risposta creativa di Schneider alle moderne Lager Doppelbock.
Ingredienti: acqua tipo Monaco. Dal 50 al 70% di frumento maltato e dal 50 al 30% di malto Monaco e Vienna. Luppoli amaricanti; lievito Weizen.
Note: la presenza del malto Monaco e Vienna dà un gusto più maltato alle Dunken Weizen ma più alcoliche come le Bock.
Aspetto: scura e velata. Schiuma abbondante, aderente e persistente.
Area olfattiva prevalente: prevale il maltato e il fruttato di frutta scura (uva e prugna). Moderato lo speziato, note di banano e di alcol.
Area gustativa prevalente: complesso tra maltato e fruttato con equilibrio tra il dolce del pane e l’alcol. La chiusura verso il malto e il lievito è bilanciata dall’alcol.
Grado alcolico: da 6,5 a 8
Temperatura di servizio: da 8 a 10° C

La prossima settimana lasceremo temporaneamente la Germania per dedicarci ad una birra speciale di una terra lontana che ben si concilia con questo periodo vacanziero, l’estate e la voglia di mare. Vi dico solo che dovremo andare davvero dall’altra parte del mondo.

A presto e… salute!

Beer Story Tell

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 14 =

Close