Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Le tipologie birrarie. Le Bitter inglesi

Ne esistono di tre tipi: la Ordinary, la Best e la Strong

Care Amiche e cari Amici de La Voce, la storia della Porter inglese che abbiamo trattato la scorsa settimana, ha suscitato un considerevole interesse da parte vostra e di questo me ne compiaccio. Oggi andremo a scoprire un’altra tipologia di birre inglesi: le Bitter.

Ne esistono di tre tipi: la Ordinary, la Best e la Strong. Tutte e tre hanno denominatori comuni quali la fermentazione che è alta; la classificazione legale che va da normale a speciale; la classificazione commerciale che le consegna alle specialità. Nella loro storia, la Best e la Strong e la Ordunary nascono come variante delle Pale Ale essendo più amare e leggermente più alcoliche. Per quanto riguarda la loro spillatura, deve essere a pompa e a temperatura di cantina.

Le Bitter devono essere realizzate con acqua tipo Burton e con l’impiego di malto chiaro e cristalli, oltre naturalmente ai luppoli inglesi.

Si tratta di birre molto dissetanti ed equilibrate tra malto e luppolo. Il loro aspetto va dall’ambrato medio al ramato medio; tutte e tre hanno poca schiuma.

Riflessione a parte merita l’area olfattiva prevalente. Se nella Ordinary e nella Best riscontriamo il giusto equilibrio tra il luppolato ed il fruttato, percependo il maltato, nella Strong prevale il floreale del luppolo insieme a sentori dati dal caramello del malto ed esteri fruttati.

Entrando nel merito dell’area gustativa, del grado alcolico e della temperatura di servizio, le tre Bitter si differenziano tra loro, ognuna forte delle proprie peculiarità che vado ad enunciarvi.

ordinary bitterORDINARY BITTER

Area gustativa prevalente: buon equilibrio tra amaro e maltato, finale secco.
Grado alcolico: da 3,2 a 3,8
Temperatura di servizio: 6-7° C

young's specialBEST BITTER

Area gustativa prevalente: amarezza medio alta, moderati i fruttati, chiusura decisamente amarognola ma non copre il sapore del malto. Finale secco.
Grado alcolico: da 3,8 a 4,6
Temperatura di servizio: 6-8° C

STRONG BITTER

strong bitter

Area gustativa prevalente: amaro supportato dal dolce del malto, note di nocciola. Chiusura secca.
Grado alcolico: da 4,6 a 6,2
Temperatura di servizio: 6-8° C

A questo punto, non resta altro da fare se non chiudersi in un pub della Gran Bretagna e degustarle tutte, in attesa di andare a scoprire altri nettari d’oltre Manica nella prossima settimana.

A presto e… Salute!

Beer Story Tell

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 11 =

Close