Cucina

Baccalà in bianco

Un piatto leggero, estivo e veloce

In questa stagione dal barometro a 30 gradi, è opportuno limitare il consumo di carne. E’ per questo che l’alternativa data da un buon piatto di pesce, è sempre ottima da prendere in seria considerazione.

Ciò che voglio proporvi oggi, è un piatto facile e veloce da preparare. In meno di mezz’ora potrete mettere a tavola un ottimo baccalà in bianco.

Se siete in quattro, vi occorreranno 500 grammi di baccalà, succo di limone ed uno spicchio d’aglio. Poi, olio extravergine d’oliva, pepe, prezzemolo e vino bianco per quanto possano bastare.

Cominciate col mettere a punto un’emulsione che realizzerete con olio, pepe, succo di limone, vino bianco, uno spicchio d’aglio e prezzemolo in abbondanza: quest’ultimo che sia tritato.

Nel frattempo, bollite l’acqua che vi servirà per sbollentare il vostro baccalà. Fondamentale è che raggiunga un livello di tenerezza ottimale: un risultato che potrete ottenere in un quarto d’ora circa di cottura. Questa è la fase più delicata della preparazione poiché il quarto d’ora può essere flessibile in relazione a quanto sono grandi i pezzi di baccalà. Sarà importante non distrarsi durante questi minuti. Un suggerimento per guadagnarne in tempo e facilità di realizzazione, può essere dato dal comprare il baccalà già ammollato.

Ottenuta quindi la giusta tenerezza del baccalà, disponete i pezzi in un piatto e versategli l’emulsione preparata in precedenza, accertandovi di aver tolto lo spicchio d’aglio. Servitelo a tavola che sia ben caldo.

Eccellente l’idea di abbinarlo con verdure crude come ad esempio, carote.

Per esaltare la degustazione del vostro baccalà, accompagnatelo con un Sicilia Grillo DOC ‘Bianco Maggiore’ del 2015 – Rallo. I suoi 13,5° esprimono i profumi della frutta ed una freschezza persistente al palato. Se invece desiderate accompagnarlo con una birra, la proposta è quella di una Bock ambrata: lager tedesca che non delude mai.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + venti =

Close