Cucina

Branzino all’acqua pazza

Gusto e leggerezza d'estate

Estate è sinonimo di mare e mare vuol dire pesce. Una proposta interessante per poter soddisfare il gusto e darsi garanzie di leggerezza, può essere quella del branzino all’acqua pazza.

Per prepararlo per quattro persone, vi ci vorranno circa tre quarti d’ora ed alcuni pochi ingredienti: 4 branzini (meglio se li fate pulire dal vostro pescivendolo di fiducia), uno spicchio d’aglio, tre rametti di rosmarino, 100 millilitri di vino bianco, due pomodori ed un bicchiere d’acqua. Inoltre, olio extravergine d’oliva e sale per quanto potranno bastare.

Comincerete col dedicarvi ai branzini ai quali darete una veloce sciacquata sotto al rubinetto. Fatto ciò, li deporrete in una padella dalle buone dimensioni. A questo punto, bisognerà pensare alla preparazione del condimento. Tritate l’aglio, il rosmarino e quanto ottenuto, versatelo sui branzini.

Ora, occupatevi dei pomodori che una volta ben lavati, dovrete tagliare a dadini ed aggiungerli ai branzini ed al loro condimento. Un filo d’olio e di sale ed avviate la cottura: la fiamma dovrà essere tenuta bassissima per dieci minuti. Una volta trascorso questo tempo, versate l’acqua e datevi ancora un quarto d’ora per ultimare la cottura. Durante questa seconda fase, versate il vino e fate evaporare. Al termine della cottura, deponete i branzini su un piatto da portata e versate il sughetto di cottura. Il piatto sarà così pronto.

Se vi piace l’idea, potrete dare più sapore al condimento aggiungendo una spolverata di peperoncino ma senza esagerare.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, occorre un bianco secco di buona struttura. Il mio suggerimento è un Garganega oppure uno Chardonnay.

La tipologia di birra più indicata per il branzino all’acqua pazza, è una Lager cruda: sceglietene una di vostro gradimento.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 11 =

Vedi Anche

Close
Close