Cucina

Spaghetti alla carbonara? Sì, ma con le cozze!

Un classico rivisitato

Quando si pensa alla carbonara, automaticamente il pensiero vola alla cucina della Città Eterna, con i suoi condimenti saporiti, il guanciale indispensabile per preparare questo piatto. Tuttavia, cucina e fantasia viaggiano molto spesso di pari passo e succede che ricette all’apparenza inviolabili vengano rivisitate con gusto e buon senso. E’ questo il caso degli spaghetti alla carbonara con le cozze.

Per prepararli per quattro persone, accessoriatevi di 350 grammi di spaghetti, un chilo di cozze, due tuorli d’uovo, mezza cipolla ed uno spicchio d’aglio. Prezzemolo, pepe bianco e sale per quanto potranno bastare. Riflessione a parte merita l’olio extravergine d’oliva la cui quantità non dovrà superare i quattro cucchiai.

Innanzitutto pensiamo alle cozze. Se non le acquistate già pulite, occorrerà che le puliate voi con molta cura, sciacquandole sotto il rubinetto per poi metterle a mollo nell’acqua fredda. Ogni cozza dovrà essere privata del bisso ed il guscio ben grattato per non presentarlo con le antiestetiche incrostazioni. Una volta eseguito questo compito, dedicatevi alla loro cottura che dovrà avvenire in un tegame nel quale avrete messo un po’ d’acqua. Fate che le cozze si aprano e a cottura ultimata, conservate l’acqua usata: vi servirà in seguito. Cosa molto importante, le cozze che non si sono aperte devono essere eliminate. E’ quindi il momento di separare i molluschi dal loro guscio.

Mettete a rosolare la cipolla che avrete tagliato a fette e l’aglio che avrete lievemente schiacciato. Quindi, abbinate le cozze e due mestoli di acqua della loro cottura in piccole dosi: vi accorgerete da soli come regolarvi. Il tutto dovrà cucinarsi per circa 5 minuti, avendo cura di far sfumare l’acqua quasi completamente.

E’ arrivato il momento della pasta che, una volta cotta e scolata dovrete abbinare al soffritto realizzato poc’anzi. Un po’ di sale, di pepe ed una leggera spolverata di prezzemolo che dovrà essere tritato. Infine, aggiungete i due tuorli d’uovo. Miscelate il vostro composto e mettete a cuocere a fuoco molto basso. Quando vedrete rassodarsi i tuorli, sarà quello il momento di spegnere la fiamma: il piatto è pronto da servire a tavola.

Se vi piace l’idea, per arricchire ulteriormente la vostra carbonara potrete mettere anche qualche gamberetto durante la fase di cottura delle cozze. Per esaltarne ancor di più il sapore, non è da scartare la possibilità di aggiungere uova di salmone sul piatto pronto.

Per quel che riguarda l’abbinamento con il vino, vi suggerisco un Soave Doc del Veronese: 10 gradi e mezzo di freschezza.

Gli estimatori della birra potranno degustare una Weizen oppure una Blanche. Birre leggere che non maltratteranno certamente la vostra carbonara con le cozze.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + diciannove =

Vedi Anche

Close
Close