Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE: coscette di pollo piccanti all’algerina

Un piatto facile da preparare ed anche piuttosto veloce

Care amiche e cari amici de La Voce, la scorsa settimana abbiamo concluso il nostro lungo viaggio gastronomico che ci ha portato in giro per tutte le regioni italiane, alla scoperta dei piatti tipici. Va detto però che anche gli altri Paesi propongono idee che possono incontrare anche i nostri gusti. Per questo motivo, ho pensato di intraprendere con voi un viaggio virtuale che ci porterà in giro per il mondo, alla scoperta delle tradizioni locali della buona tavola.

Questa settimana vorrò proporvi un piatto della cucina algerina che come certo saprete, ha subìto le influenze non solo dell’Arabia, ma anche della Francia. Sto parlando delle coscette di pollo piccanti all’algerina.

Si tratta di un piatto facile da preparare ed anche piuttosto veloce: vi basterà mezz’ora del vostro tempo. Per realizzarlo per quattro persone, la vostra cucina dovrà essere accessoriata da 8 cosce di pollo, un bicchiere di salsa di pomodoro, quattro spicchi d’aglio e 6 cucchiai di olio d’oliva. Inoltre, peperoncino piccante, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Innanzitutto, occupatevi del condimento tagliando a pezzi l’aglio e preparando un soffritto con l’olio d’oliva. Vi aggiungerete le coscette di pollo che farete cuocere sino a farle abbrustolire.

A questo punto della cottura, cospargete le vostre coscette di pollo con abbondante peperoncino che dovrà essere sbriciolato. Tuttavia, il mio suggerimento è quello di recarvi in un negozio di alimentari etnici ed acquistare la Salsa Harissa, tipico condimento piccante algerino ma noto in tutto il Nord Africa. Una volta che il condimento si è rappreso, aggiungete la salsa di pomodoro e proseguite sino ad ultimare la cottura.

Le coscette di pollo dovranno essere servite a tavola ben calde.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − sei =

Close