Cucina

I canederli

Dalla tradizione gastronomica trentina

Care amiche e cari amici de La Voce, dopo aver assaggiato le specialità valdostane, piemontesi, liguri e lombarde, il nostro viaggio prosegue e ci porta in Trentino Alto Adige, dove la cucina offre piatti veramente gustosi. La scelta è ampia ma per voi, ho pensato ad uno dei più rappresentativi di questa incantevole regione: i canederli.

Non sono difficili da preparare. Ma richiederanno un po’ di tempo: tra realizzazione, tempo di riposo e di cottura, vi occorrerà un’ora e mezza circa.

Per 4 persone dovrete accessoriarvi di 350 grammi di mollica di pane secco, 100 grammi di farina bianca, 100 grammi di burro, 250 millilitri di latte, un litro e mezzo di brodo di carne, quattro uova, un po’ di prezzemolo e sale per quanto potrà bastare.

Cominciate con lo scaldare il burro a fiamma bassa ed una volta ammorbidito, abbinate la mollica di pane che dovrà essere sbriciolata.

Cominciate a mescolare ed aggiungete le uova intere insieme alla farina, al prezzemolo, al latte che dovrà essere tiepido ed al sale. Dopo aver aggiunto il brodo di carne, continuate a mescolare il tutto ed al termine, dopo circa 45 minuti, cominciate a realizzare delle sfere che non superino i 4 centimetri di diametro.

I canederli potrete quindi servirli con del ragù o con qualunque altro condimento possa piacere. Sono ottimi sia al sugo che semplicemente in brodo.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, vi suggerisco di non spostarvi dalla regione e di stare su un Alto Adige Classico Bianco D.O.C. ad 11,5° oppure, un Alto Adige Caldaro D.O.C. a 12°.

Gli estimatori della birra potranno degustarli con una Lager scura di proprio gradimento.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − tre =

Close