Calcio Serie A

Serie A. La Juve pareggia a Crotone, il Napoli ne fa 4 all’Udinese. Domenica scontro diretto

La lotta per lo scudetto non è ancora conclusa

Il 33° turno del campionato di calcio di serie A offre un guizzo inaspettato riaprendo in parte la lotta per la conquista dello scudetto. La Juventus, infatti, non va oltre l’1-1 sul campo del Crotone; il vantaggio bianconero si concretizza con un colpo di testa di Alex Sandro al 17°, mentre il pareggio pitagorico giunge a metà ripresa grazie ad una rovesciata di Simy, che consente ai calabresi di continuare a galleggiare con 28 punti nella lotta per la permanenza in serie A.

Il Napoli invece si impone al “San Paolo” sull’Udinese per 4-2, rimontando per due volte i friulani, e prova a farsi nuovamente incalzante a quota 81, con la Juventus che è avanti di quattro lunghezze; e domenica sera allo “Stadium” andrà in scena lo scontro diretto. La squadra di Sarri fornisce una prova di carattere dopo aver subito il primo svantaggio ad opera di Jankto, immediatamente rimediato da Insigne, ma ancora di più dopo l’1-2 siglato da Ingelsson, a cui seguono le reti di Albiol, Milik e Tonelli. L’Udinese infila così la decima sconfitta consecutiva e resta a quota 33 punti.

Vincono entrambe le romane e conservano il terzo posto appaiate con 64 punti. La Roma vince 2-1 in casa con il Genoa; i giallorossi vanno in rete con Under e poi beneficiano dell’autogol di Zukanovic, mentre Lapadula firma il gol dei grifoni. La Lazio invece vince 4-3 al “Franchi” contro la Fiorentina in una partita estremamente emozionante. Il primo quarto d’ora fa registrare un’espulsione per parte; Sportiello tocca il pallone con la mano fuori dall’area di rigore e lascia i viola in dieci, poco dopo Murgia commette un’ingenuità con un fallo da ultimo uomo e le due squadre tornano in equilibrio numerico. I gigliati vanno in vantaggio di due reti grazie alla doppietta di Veretout (primo gol su punizione, secondo dal dischetto), ma Luis Alberto e Caceres rimediano per i laziali già prima dell’intervallo. Nella ripresa ancora Veretout sigla il 3-2 con una pregevole azione personale, prima che Felipe Anderson e nuovamente Luis Alberto completino la vittoria biancoceleste.

Il Milan infila la quinta partita senza vittorie pareggiando 1-1 sul campo del Torino. Dopo tre minuti Belotti stampa sulla traversa un calcio di rigore a favore dei granata; poco dopo Bonaventura inventa il vantaggio milanista con una palombella da fuori area. La rete del pari arriva nella ripresa per merito di De Silvestri, che irrompe di testa su corner bruciando Donnarumma. I rossoneri, con 54 punti, devono tornare a guardarsi le spalle, con l’Atalanta a quota 52 e la Sampdoria a 51 (a pari merito con la Fiorentina). Gli orobici nel match delle 18 hanno maltrattato il Benevento per 3-0 in trasferta grazie alle reti di Freuler, Barrow e Gomez, con De Roon che poco prima della terza rete nerazzurra tira un rigore alle stelle; i blucerchiati invece devono ringraziare Duvan Zapata, che al 93° minuto regala alla Sampdoria i tre punti contro il Bologna.

Incassa una vittoria di peso in chiave salvezza il Sassuolo, che espugna il “Bentegodi” contro l’Hellas per 1-0 in virtù del gol di Lemos e si porta a 34 punti. Non si fanno male, infine, SPAL e Chievo, che al “Mazza” chiudono sullo 0-0.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =

Close