Salute

Milano. Torna il Gazebo Trivulzio. Oggi, ultima giornata per un controllo medico gratuito

Ieri hanno partecipato il presidente della Lombardia, Fontana ed il Consigliere comunale De Chirico

Milano, 21 aprile – Oggi, 21 aprile, dalle ore 11 e sino alle 19, è l’ultimo giorno disponibile per poter usufruire del Gazebo Trivulzio installato a Milano, in Via Dante, dove i cittadini avranno la possibilità di sottoporsi ad un check-up gratuito e conoscere così il loro stato di salute.

L’iniziativa, cominciata ieri ed organizzata dagli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio, intende riportare l’esperienza dell’Azienda per le vie di Milano.

Dopo l’edizione di Febbraio in piazza Città di Lombardia, in vista della chiusura della mostra a cielo aperto allestita proprio in via Dante e dedicata ai 250 anni dell’Istituzione, il Trivulzio torna ad incontrare i cittadini per mettere al loro servizio la sua esperienza di cura e assistenza.

Ieri pomeriggio hanno deciso di sottoporsi ad un controllo medico, anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana ed il Consigliere comunale e Vicecapogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino, Alessandro De Chirico.

Fontana ha sottolineato l’importanza di “insistere con l’attenzione verso un’alimentazione corretta e con uno stile di vita attivo, per prevenire malattie cardiovascolari”.

De Chirico, dal canto suo, ha esortato i milanesi a sottoporsi ad un controllo per il bene della loro salute.

Oggi pomeriggio, dalle ore 15, Via Dante sarà animata anche dalla Banda de ‘I Martinitt’ che in occasione dell’iniziativa, regalerà un concerto speciale.

Antonio Marino

 

La foto del Consigliere De Chirico è stata realizzata da Domenico Pepe

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 2 =

Close