Cronaca

Notte di violenze a Milano. Catturati i presunti responsabili: due nordafricani

Erano in possesso della refurtiva

Milano, 27 aprile – I Carabinieri hanno fermato due nordafricani di 28 e 30 anni, gravemente indiziati di essere i responsabili delle aggressioni, delle rapine, degli omicidi e del ferimento della studentessa, avvenuti a Milano e a Cinisello Balsamo, la scorsa notte.

Si tratta di due marocchini, senza permesso di soggiorno e pluripregiudicati. Sono stati trovati in possesso del portafogli appartenente al senzatetto aggredito e ferito a Cinisello Balsamo, dello smartphone della studentessa inglese accoltellata all’addome, del cellulare del cingalese assassinato in Via Settembrini. Inoltre, di uno dei cellulari rapinati ad un peruviano a Cinisello. I militari dell’Arma li hanno bloccati in Piazza Duca d’Aosta, di fronte alla Stazione Centrale di Milano. I due erano tranquillamente seduti ad un McDonald’s. Per individuarli sono state fondamentali le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza ed il tracciamento del cellulare rubato al cingalese ucciso.

Il 28enne era stato arrestato lo scorso 21 aprile dalla Polizia di Stato per aver commesso un furto. Era nel nostro Paese dal mese di giugno del 2017, dopo esservi entrato dalla Calabria. Il 30enne invece, era arrivato in Sicilia a dicembre 2017 e fotosegnalato al centro di Augusta.

Sia il 28enne che il 30enne avevano numerosi alias.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =

Close