Calcio Serie A

Serie A, anticipi: la Juve vince a San Siro contro l’Inter e la Roma affonda il Chievo

Maran esonerato dopo quattro anni alla guida della squadra veronese: al suo posto, D'Anna

Si sono giocati ieri gli anticipi della 35ma giornata di campionato della Serie A che hanno visto le vittorie della Juventus sull’Inter e della Roma sul Chievo.

L’attesissimo Derby d’Italia tra Inter e Juve si è concluso con il risultato di 3-2 per i bianconeri. 90 minuti ad altissima tensione che si sono sviluppati dapprima con il vantaggio della Juve che, al 13° va in gol con Douglas Costa. Poco dopo, Inter in dieci per l’espulsione di Vecino, colpevole di una pesantissima entrata su Mandzukic. Orsato dapprima sentenzia il giallo ma il VAR dice rosso. L’assistente elettronico dell’arbitro è ancora una volta determinante quando al minuto 50 si tratta di annullare il gol di Matuidi in palese fuorigioco, che avrebbe portato la Juve sul 2-0. L’Inter non ci sta ed alla ripresa si porta in pareggio con Icardi che ottimizza di testa una punizione di Cancelo: siamo al 52°. Al 65°, Barzagli si rende responsabile di un autogol che porta in vantaggio i nerazzurri ma è il finale di partita a sentenziare il risultato conclusivo: prima, un altro autogol, stavolta di Skriniar rimette in parità le due squadre, prima che all’89°, Higuain non appone il sigillo conclusivo del 3-2 per la Juve.

Prima del big-match si è giocata Roma-Chievo: una passeggiata per i giallorossi che concludono con un risultato di 4-1. E’ sin da subito dominio romanista: al 9° minuto, Schick porta in vantaggio i padroni di casa, grazie ad un assist di Naingolan. Al 40°, Dzeko rimarca per il 2-0. Il primo tempo è connotato anche dai due pali presi da Fazio ed El Shaarawy. L’inizio di ripresa vede un fallo di Juan Jesus su Inglese commesso nell’area piccola. Per l’arbitro, visto il VAR, non ci sono dubbi: rosso al brasiliano e rigore per il Chievo: Inglese dal dischetto sbaglia clamorosamente. Nonostante l’inferiorità numerica, la Roma continua a dettar legge: prima con El Shaarawy al 65° e poi con Dzeko al 67°. A nulla varrà il gol di Inglese messo a segno all’88°. Vittoria romanista ed esonero per Maran, dopo quattro anni: al suo posto, sulla panchina del Chievo, D’Anna.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =

Close