Economia

Pensioni. La Commissione Europea ammonisce l’Italia: “Spesa troppo alta”

Bruxelles: “Inadeguata anche la protezione contro la povertà”

La Commissione Europea, nel suo Rapporto sulle pensioni del 2018, non fa sconti all’Italia. “Nonostante l’alta spesa pensionistica, la sicurezza in età avanzata in Italia è variabile” poiché “la protezione contro la povertà è inadeguata”, affermano da Bruxelles. Pur rilevando le modifiche introdotte dalla mini-riforma del 2016, la cui base era l’equità, sussiste sempre il pericolo di “pensioni inadeguate per i lavoratori con carriere corte o interruzioni nei decenni futuri”.

La Commissione Europea ha sottolineato che il nostro Paese “aveva un ancora un tasso di persone in stato di seria deprivazione sotto la media per gli over 65 nel 2008 (il 6,7% contro il 7,6% per l’Ue), ma la situazione si è rapidamente deteriorata dall’inizio della crisi del debito sovrano e mostra una tendenza opposta rispetto all’Ue”. Nel 2016 infatti, l’Italia presentava un tasso di persone seriamente deprivate pari al 10,9%, il che significa il 4,2% in più rispetto al 2008. La media europea, nel 2008 proponeva una percentuale del 5,9%, ovvero l’1,7% in meno.

Stando a quanto afferma l’Esecutivo europeo, “l’interazione tra metodo contributivo, un mercato del lavoro più flessibile, tassi di contribuzione più bassi per i lavoratori atipici e gli autonomi, nonché il divario di copertura dei programmi integrativi, potrebbe portare a pensioni inadeguate per i lavoratori con carriere corte oppure interrotte, nei decenni futuri”. Secondo la Commissione UE, “al fine di migliorare l’adeguatezza nel lungo periodo, pur continuando a garantire la sostenibilità fiscale, dovrebbero essere adottate misure per rafforzare la capacità redistributiva dei regimi pensionistici obbligatori”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =

Close