Mondo

Tragedia Alpi svizzere. Reinhold Messner spiega cos’è successo

Il noto esperto di montagna: "Con il 'whiteout' non c'è colpa"

Bolzano, 1 maggio – Il noto esperto di montagna, Reinhold Messner ha spiegato le cause della tragedia sulle Alpi svizzere di ieri, costata la vita a 6 persone.

“Quando ti trovi nel whiteout, una sorta di nebbia di neve e vento gelido fortissimo, non c’è colpa, perché non si vede più niente. Le condizioni erano queste e purtroppo è accaduta una tragedia”, ha affermato Messner aggiungendo:  “In quelle condizioni basta essere a 100 metri da un rifugio ed è impossibile trovarlo”.

“Vivere o andare in alta montagna rimane un rischio, anche con tutto l’equipaggiamento tecnico che abbiamo oggi – ha proseguito Messner -. È facile perdersi quando la natura – che è molto più forte di noi – ci mette davanti degli ostacoli. È molto difficile uscire da una bufera del genere. In condizioni di scarsa visibilità smettiamo di camminare e allora si rischia, perché solo muovendosi il corpo umano riesce a mantenere un po’ di calore”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − uno =

Close