Economia

Allarme Bankitalia sul debito pubblico: a marzo è aumentato di 15,9 miliardi

Intanto aumentano le entrate tributarie nel primo trimestre dell'anno

La Banca d’Italia lancia l’allarme sul debito delle pubbliche amministrazioni nel nostro Paese: a marzo è aumentato di 15,9 miliardi di euro, rispetto al precedente mese di febbraio. Ciò significa che attualmente, il complessivo del rosso in bilancio è pari a 2.302, 3 miliardi di euro.

A produrre il dato mensile è il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche, pari a 20,1 miliardi che solo parzialmente risulta essere compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro: 3,5 miliardi a 44,8. A marzo del 2017 erano 54,6 miliardi.

Come precisano da Bankitalia, a motivare la cifra record c’è anche “l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (0,8 miliardi)”.  “Il debito delle Amministrazioni centrali – prosegue la Banca d’Italia – è aumentato di 16,0 miliardi e quello delle Amministrazioni locali è diminuito di 0,1 miliardi; il debito degli Enti di previdenza è rimasto pressoché invariato”.

Intanto, le entrate tributarie e contributive nei primi tre mesi del 2018 evidenziano nel complesso un aumento del 3,3%(+ 5.021 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Lo rende noto il Ministero dell’Economia e delle Finanze

Il dato tiene conto dell’aumento del 3,8% (+3.612 milioni di euro) delle entrate tributarie e della crescita delle entrate contributive del 2,4 % (+1.409 milioni di euro).

L’importo delle entrate tributarie comprende anche i principali tributi degli enti territoriali e le poste correttive, quindi integra il dato già diffuso con la nota del 7 maggio scorso.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 2 =

Close