Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Zuppa di merluzzo alla danese

Dalla tradizione gastronomica della Danimarca

Care Amiche e cari Amici de La Voce, questa settimana siamo volati nel profondo Nord dell’Europa e precisamente, in Danimarca. Una terra con temperature tali da far apprezzare una cucina sostanziosa anche in primavera inoltrata. Ho pensato per voi alla zuppa di merluzzo secondo la tradizione danese.

Non è particolarmente difficile da preparare ma richiederà un’ora abbondante del vostro tempo. Per realizzarla per quattro persone, dovrete disporre di 500 grammi di filetto di merluzzo, un cucchiaio di farina, due foglie di alloro, mezzo limone, due cipolle, 500 grammi di crauti, sei bacche di ginepro, 250 grammi di pesce affumicato, 30 grammi di margarina e 300 grammi di patate. Inoltre, acqua per tre quarti di litro, qualche ciuffo di prezzemolo, un pizzico di timo, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Innanzitutto, occupatevi del merluzzo lavandolo con cura, asciugandolo e tagliandolo a quadretti. Deponete i quadretti di merluzzo su un piatto ed annaffiatelo con il succo di limone. Predisponete una casseruola con l’acqua ed il sale che farete bollire per poi aggiungere i pezzi di merluzzo che farete cuocere per circa otto minuti. A cottura ultimata, fateli riposare.

Nel frattempo, tritate le cipolle ed abbinatele alla margarina che avrete fatto fondere. Fate cuocere sino ad imbiondire la cipolla: vi basteranno cinque minuti. A questo punto, aggiungete la farina e fate cuocere per un paio di minuti finché non si tosti.

E’ il momento di pensare ai crauti che separerete, aiutandovi con due forchette, abbinateli alla cipolla e fate rosolare il tutto per circa cinque minuti a fiamma bassa, avendo cura di mescolare di quando in quando.

Ora tornate ad occuparvi del merluzzo. Togliete i quadretti dal loro brodo di cottura al quale aggiungerete liquido a sufficienza per poterne avere un litro. Aggiungete i crauti e fateli bollire.

Mentre i vostri crauti bollono, pensate alle patate che, dopo averle lavate e tagliate a tocchetti, aggiungerete ai crauti insieme all’alloro, alle bacche di ginepro, correggendo con il pepe ed il timo. Lasciate cuocere per un’altra quarantina di minuti.

Mentre la cottura è in corso, preparate il pesce affumicato, tagliandolo a dadini che abbinerete a quanto avete fatto cuocere e che dovrete far scaldare ancora per altri cinque minuti. Una volta ultimata questa fase, verificate l’armonia dei sapori e se è il caso, correggete ulteriormente; date una spolverata di prezzemolo che avrete tritato ed il piatto è pronto.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 1 =

Close