Europa League

Europa League: trionfo dell’Atletico Madrid. Marsiglia sconfitto 3-0

La coppa per la terza volta, dopo i trionfi del 2010 e 2012

L’Atletico Madrid batte per 3-0 l’Olympique Marsiglia e può alzare al cielo per la terza volta il trofeo dell’Europa League, dopo aver già trionfato nel 2010 e nel 2012; masticano amaro invece i transalpini che ieri sul campo di Lione hanno dovuto inchinarsi di fronte agli avversari, esattamente come avvenne 14 anni fa, quando in occasione dell’ultima finale europea disputata, cedettero per 2-0 nell’epilogo di Goteborg.

Su entrambi i lati del campo non mancano tracce d’Italia, a cominciare dalle panchine, con Diego Simeone (costretto ad assistere al match dalla tribuna per squalifica), ex centrocampista di Inter e Lazio a guidare i colchoneros; sul fronte francese invece l’allenatore è Rudi Garcia, alla guida della Roma tra il 2013 e il 2016. Gli spagnoli inoltre schierano sul lato destro della difesa Sime Vrsaljko, ex terzino di Genoa e Sassuolo, mentre in panchina figurano Stevan Savic, centrale montenegrino con un passato alla Fiorentina, e Fernando Torres, transitato brevemente nel campionato italiano con la maglia del Milan. Altre due meteore rossonere, Adil Rami in difesa e Lucas Ocampos nel reparto avanzato, scendono poi in campo tra le file del Marsiglia, che in panchina porta a referto anche Rolando, nel cui curriculum compaiono una manciata di partite con le casacche di Napoli ed Inter.

La vittoria iberica viene costruita già a partire dal primo tempo, anche se il primo sussulto è francese, con Germain a divorare l’1-0 dopo tre giri d’orologio su eccellente servizio di Payet; poco dopo il 20°, infatti, Anguissa si produce in un errore sanguinoso in disimpegno di cui approfitta Gabi che serve Griezmann per il vantaggio dell’Atletico. Alla mezz’ora, poi, Garcia perde un tassello fondamentale del proprio undici, con il capitano Payet costretto ad abbandonare il campo in lacrime per infortunio.

Nella ripresa gli spagnoli consolidano ulteriormente la propria superiorità siglando il raddoppio dopo quattro minuti; Koke infatti serve Griezmann che scavalca dolcemente Mandanda in uscita con un tocco educatissimo. A dieci minuti dal termine, poi, il Marsiglia costruisce l’occasione più limpida dell’incontro, ma la conclusione del neo entrato Mitroglou viene fermata dal palo. In prossimità del novantesimo, infine, la squadra di Simeone arrotonda il bottino con Gabi, che con un preciso diagonale perfeziona l’assistenza di Koke. Il 3-0 chiude definitivamente i giochi e il cielo di Lione può tingersi di biancorosso.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 16 =

Close