Curiosità

La donna più vecchia del mondo ha 129 anni e dice di non aver vissuto felicemente

Koku Istambulova è russa. Nella sua storia, tre guerre e due deportazioni

Mosca, 17 maggio – Koku Istambulova, con i suoi 129 anni, almeno così si evince dal suo unico documento, il passaporto che riporta la data di nascita del 1 giugno 1889, è la donna più vecchia del mondo.

La donna, russa, nonostante l’età è completamente autonoma e lucida ma non felice. Afferma infatti di non ricordare un solo giorno di serenità nella sua lunga vita, tanto da considerarla una punizione divina.

Effettivamente, difficile darle torto. L’anziana ha vissuto sulla sua pelle la guerra del Caucaso, dopo essere stata testimone della guerra civile russa, della Seconda Guerra Mondiale, aver subito la deportazione cecena del 1944, con l’accusa di essere una collaborazionista dei nazisti. A questi dolori si aggiunge quello di aver perso un figlio di soli 5 anni.

Tanti sacrifici e rinunce insieme a tanto lavoro nei campi che non le ha mai concesso un solo giorno di riposo.

Circa la sua longevità, la donna afferma:  “Non ho scelto io, ha scelto Dio. Non ho avuto un solo giorno di felicità, la vita per me è una punizione divina”. E prosegue: “Ci sono persone che fanno di tutto per stare in forma e vivere bene. Io non ho fatto nulla, tranne mangiare poco quello che non mi piace, la carne, e mangiare tanto ciò che adoro, il latte fermentato”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + tredici =

Close