Cronaca

TRAGICO INCIDENTE FERROVIARIO A TORINO: 2 MORTI E 25 FERITI

Il convoglio ferroviario ha urtato un Tir sui binari. Autista indagato per disastro ferroviario

Torino, 24 maggio – Tragico incidente ferroviario nella tarda serata di ieri, intorno alle 22,30, sulla tratta Torino-Ivrea, in località Caluso. Un treno regionale ha urtato violentemente un Tir adibito al trasporto eccezionale che si trovava fermo sui binari, al passaggio a livello di Aré. Nello scontro, sono deragliati alcuni vagoni, il macchinista, Roberto Madau di 61 anni e l’autista di scorta tecnica del Tir, Stefan Aureliana, romeno di 64 anni, sono morti mentre 25 passeggeri del treno sono rimasti feriti, alcuni gravemente. Tra i feriti più gravi, la capotreno che è ricoverata in condizioni disperate, in stato di coma farmacologico. Era rimasta incastrata tra le lamiere e c’è voluta più di un’ora prima di poterla liberare.

Alla guida del Tir si trovava un lituano di 39 anni, Darius Zujis che è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di disastro ferroviario. Gli accertamenti con l’alcoltest eseguiti sull’uomo hanno dato esito negativo.

Sul posto sono intervenuti i mezzi di soccorso: Vigili del Fuoco e i mezzi del 118 ed i Carabinieri della Stazione di Chivasso.

Quanto è stato possibile ricostruire al momento, è riportato in una Nota di RFI: “Alle ore 23:20 circa, il treno regionale 10027 ha urtato un Tir che, dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria fra le stazioni di Rodallo e Caluso, sulla linea Chivasso-Aosta. Il convoglio era composto da cinque vetture e un locomotore. In seguito all’urto sono deragliate le tre vetture di testa”.

Sul piano giudiziario, oltre al provvedimento a carico dell’autista del Tir, la Procura di Ivrea sta valutando vari aspetti. Tra questi, il fatto che tra Trenitalia ed i gestori del trasporto eccezionale, non sia intercorsa una comunicazione corretta. I secondi infatti, dovevano avvisare con forte anticipo la Società di trasporto ferroviario del passaggio del mezzo pesante: è possibile che questo non sia accaduto.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 5 =

Close