Politica

Il Commissario al Bilancio UE: “I Mercati insegneranno agli italiani come si vota”

Divampano reazioni e polemiche. Poi il chiarimento

Bruxelles, 29 maggio – “Lo sviluppo negativo dei mercati porterà gli italiani a non votare più a lungo per i populisti”: è quanto si augurerebbe, dichiarandolo in un’intervista a ‘Deutsche Welle’, il Commissario europeo al Bilancio, Guenther Oettinger. L’anteprima è stata rivelata in un tweet da Bernd Thomas Riegert.

Attorno al post c’è però un piccolo giallo. Queste parole sarebbero state riviste e corrette rispetto ad una prima versione che voleva attribuire al Commissario UE, la frase: “I mercati insegneranno agli italiani a votare per la cosa giusta”. Quest’ultima frase però, non è stata confermata dalla testata giornalistica ed il post è stato definito errato e cancellato. Troppo tardi per non suscitare immediate reazioni e polemiche.

Il leader leghista, Matteo Salvini ha commentato su Twitter: “Pazzesco, a Bruxelles sono senza vergogna. Il Commissario europeo al Bilancio, il tedesco Oettinger, dichiara ‘i mercati insegneranno agli italiani a votare per la cosa giusta’. Se non è una minaccia questa… Io non ho paura”.

Non meno duro l’ex Ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda: “Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, faccia tacere il commissario europeo al Bilancio Oettinger e gli altri commissari che regolarmente intervengono a sproposito nel dibattito politico italiano causando danni all’Unione e a chi in Italia è impegnato a difendere la nostra appartenenza all’Europa”. Calenda ha aggiunto: “Queste intrusioni sono intollerabili, Oettinger si scusi con i cittadini italiani o si dimetta”.

Anche il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk ha preso le difese dell’Italia: “Il mio appello a tutte le istituzioni europee: per favore rispettate gli elettori. Siamo qui per servirli, non per far loro lezioni”.

Il portavoce del presidente della Commissione UE, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato: “Jean-Claude Juncker, è stato informato del commento sconsiderato pronunciato dal Commissario europeo al Bilancio Oettinger e mi ha chiesto di chiarire la posizione ufficiale della Commissione: compete agli italiani e soltanto a loro decidere sul futuro del loro Paese, a nessun altro”.

Nel merito della polemica ha parlato anche il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani il quale ha affermato: “L’Italia non è una democrazia a sovranità limitata. Non sono i mercati a decidere il destino della Repubblica, ma i cittadini con il loro libero voto e le Istituzioni che li rappresentano. Chiedo a tutti di rispettare la volonta’ degli italiani. In loro ho piena fiducia”.

In una Nota, il Capo della comunicazione del ‘Deutsche Welle’, Christoph Jumpelt ha fatto chiarezza su quello che pare sia stato un errore: “Il nostro redattore purtroppo nel suo tweet non ha separato in modo chiaro la propria valutazione dalla citazione. Di questo ci scusiamo. Questo è stato corretto col tweet successivo”.

In seguito, sono giunte anche le scuse del giornalista, Bernd Thomas Riegert: “Nel mio primo tweet ho sbagliato la citazione. Per questo l’ho cancellato. Intendevo dare un veloce reazione e una sintesi dell’intervista. Mi scuso per la confusione e per l’errore. Per favore traducete la citazione qui”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =

Close