Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Carpaccio di salmone

Dalla tradizione gastronomica finlandese

Care Amiche e cari Amici de La Voce, il nostro tour mondiale tra le prelibatezze delle varie nazioni, questa settimana ci fa sbarcare in Finlandia.

Questo Paese è noto per gli squisiti piatti a base di pesce. Naturalmente, tenendo conto della bella stagione, occorre pensare ad una proposta che sia idonea con il periodo. Per questo, ho pensato ad un piatto che è sì tipico della tradizione finlandese, ma che è riuscito a superare i confini, arrivando anche sulle nostre tavole. Sto parlando del carpaccio di salmone.

Non è difficile da preparare ma scordatevi di realizzarlo e mangiarlo all’istante: per prepararlo vi basterà mezz’ora ma dovrete lasciarlo riposare per un giorno intero, prima di poterlo degustare.

Per poter soddisfare quattro persone, dovrete avere a disposizione un chilo di filetto di salmone tagliato a fette sottilissime, 150 millilitri di olio extravergine d’oliva, due cucchiai di aneto tritato (anche il prezzemolo va benissimo), un cucchiaino di sale ed il succo di due limoni. Infine, pepe rosa in granelli per quanto potrà bastarvi.

Innanzitutto, dedicatevi al condimento, mescolando nell’olio d’oliva, il succo di limone con il sale.

Successivamente, pestate i granelli di pepe rosa, aiutandovi con un pestello.

E’ il momento di pensare al protagonista: il salmone. Deponete le fette su un piatto sufficientemente grande e versatevi il condimento che avete realizzato, l’aneto o il prezzemolo ed il pepe rosa ridotto in poltiglia.

Coprite il piatto con un foglio di pellicola e mettetelo in frigorifero, dove dovrà riposare per un’intera giornata. Solo allora potrete degustarlo e farlo degustare. Un suggerimento: quando metterete il salmone nel frigorifero, posate un peso sul piatto affinché le fette assorbano meglio il condimento.

Per meglio apprezzare il vostro carpaccio di salmone, vi suggerisco l’abbinamento con un Verdicchio.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =

Close