Sport

Calciomercato. Scambio Higuain-Icardi?

Cominciano i primi rumors

Mentre sul terreno di gioco l’interesse degli appassionati di pallone si convoglia con moderazione verso le amichevoli di ricostruzione della Nazionale italiana (dopo l’esordio vincente di Mancini contro l’Arabia, domani gli Azzurri affrontano la Francia a Nizza in un test ben più probante), fuori dal campo iniziano a prendere corpo le più suggestive voci di mercato, per lo più riferite ai movimenti degli attaccanti, tradizionalmente in grado di solleticare l’entusiasmo dei tifosi.

Dall’Europa, in particolare, irrompe con un’insistenza che inizia ad assumere toni credibili la possibilità che Cristiano Ronaldo possa abbandonare la “camiseta blanca” del Real Madrid, ipotesi, peraltro, già paventata dallo stesso fenomeno lusitano a margine della vittoria finale di Champions League. Il Paris Saint-Germain, che certamente non manca di possibilità finanziarie, sarebbe ovviamente in prima fila per accaparrarsi le prestazioni del numero 7 portoghese, ma dovrebbe preliminarmente affrontare le questioni legate al fair play finanziario, già aggirate artificiosamente la scorsa estate in occasione dell’acquisizione di Neymar. Ben più praticabile sarebbe invece per i parigini la pista che porterebbe a Robert Lewandowski, ormai in uscita dal Bayern Monaco.

Sul forte centravanti polacco, però, ruota anche l’attenzione della Juventus, che sembra intenzionata a ristrutturare il reparto pesante dell’attacco sacrificando Mandzukic (che pare destinato all’Inghilterra) e Higuain. Proprio l’argentino sarebbe stato inserito come contropartita in una proposta di scambio (integrata da 50 milioni a carico dei bianconeri) con Mauro Icardi; l’Inter, che deve affrontare con delicatezza l’eventuale ipotesi di cessione del proprio capitano, sta temporeggiando (anche in attesa di limare qualche piccola discrepanza di bilancio con la realizzazione di un paio di plusvalenze) ma non sembra mal disposta ad approfondire il discorso. Per di più, il già perfezionato acquisto di Lautaro Martinez consente alla dirigenza nerazzurra di affrontare la questione senza eccessiva fretta e di concentrarsi con calma sui possibili rimpiazzi, che al momento indossano i nomi di Belotti è Dzeko.

La Roma, dal canto suo, non appare intenzionata a privarsi del bosniaco, così come del portiere Alisson, che intende blindare da ogni possibile corteggiamento europeo fissando un prezzo base di 90 milioni. I giallorossi sono in questo periodo i più attivi sul mercato, a differenza dei rivali cittadini della Lazio, che articoleranno il proprio mercato in funzione dell’ormai certa cessione di Milinkovic-Savic per una cifra destinata a superare largamente i cento milioni di euro. Monchi, dopo l’ufficializzazione di Ante Coric dalla Dinamo Zagabria e di Ivan Marcano, svincolato dal Porto, è in dirittura d’arrivo per il perfezionamento dell’approdo in giallorosso di Cristante dall’Atalanta e ha avviato una trattativa con l’Ajax per portare nella Capitale Justin Kluivert, figlio d’arte di Patrick, transitato infelicemente dal Milan per poi risorgere a Barcellona.

Il Milan, intanto, attraversa con un fremito d’attesa la settimana che lo separa dall’udienza dell’UEFA e che risulterà determinante per il destino rossonero nella prossima stagione. Il Napoli, infine, dopo l’ingaggio in panchina di di Carlo Ancelotti (che si è già mosso per trattenere alla sua corte Hamsik e Mertens) potrebbe perdere Jorginho per via di un’appetitosa offerta del Manchester City e con tutta probabilità anche Callejon, che dopo cinque anni in azzurro potrebbe essere tentato da una nuova esperienza.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 16 =

Close