Scienza

Scienza: Beclin-1, la proteina che permette di vivere a lungo e in buona salute

I ricercatori dell'Università del Texas si sono concentrati sul processo di autofagia di cui la proteina è responsabile

Vivere più a lungo e in buona salute. Chi non ha mai desiderato ciò nella vita? Grazie alla scienza, ora sarà forse possibile. Un team di ricercatori dell’Università del Texas, guidato da Beth Levine, ha esaminato la proteina beclin-1 la cui mutazione non solo riduce il rischio di sviluppare tumori e malattie legate a cuore e reni ma promuove la longevità, allungando l’aspettativa di vita e favorendo una salute stabile e duratura.

Il team di Levine ne aveva già individuato l’efficacia nella cura dell’Alzheimer, perché aumenta il riciclo cellulare nel cervello e nei muscoli. Adesso si è concentrato sul processo di autofagia di cui la proteina è responsabile, ossia quel meccanismo con cui le cellule riciclano i materiali di scarto. Gli effetti della mutazione sono stati sperimentati solo sui topi, ma si sta già pensando all’uso futuro di questa proteina: nessun elisir di lunga vita, ma un impiego nelle terapie che riescano a contrastare l’invecchiamento precoce e i disturbi legati ad esso.

La ricerca ha suscitato molto interesse nella comunità scientifica e accolto consensi favorevoli. David Clancy della Lancaster University, ad esempio, ha commentato così l’esito della ricerca: “Levine e colleghi hanno prodotto dati eccellenti, mostrando che l’autofagia può allungare la vita del 12%”. Ilaria Bellantuono dell’Università di Sheffield, ha poi aggiunto: “Questo lavoro fa capire che è possibile interferire con i meccanismi dell’invecchiamento, ritardandone i segni”.

Beatrice Spreafico

Tags
Mostra Altro

Beatrice Spreafico

"Leggere, scrivere, chiacchierare, ascoltare, ridere, amare.. queste sono le costanti della mia vita senza le quali non potrei essere io. Amo emozionarmi e sorprendermi, cercando di lasciare un bel ricordo di me nelle persone che incontro. Credo nell’empatia e nel potere della determinazione: la mia testardaggine incallita è rinomata e - guarda caso - il mio motto è “mai arrendersi. Le cose belle richiedono tempo”. Porto gli occhiali, che sono la mia estensione sul mondo e vivo tra ricci e capricci. Sono Social Media Manger In InGrandiMenti, dove mi occupo di Social e sviluppo Piani Strategici ed Operativi per i clienti, su differenti piattaforme. In poche parole? Trasformo le loro richieste in parole ed immagini da ricordare. A LaVoce, invece, mi occupo della prima pagina scrivendo quotidianamente di politica, economia, attualità e scienza."

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette − 4 =

Close