Mondo

La Cina avverte gli USA: “Se aumenteranno ancora i dazi, non entrerà in vigore nessun accordo”

Alta tensione al G7

La Cina ha lanciato un monito agli USA: “Se l’aumento dei dazi Usa proseguirà, qualsiasi accordo con Washington per porre fine alla disputa commerciale non entrerà in vigore”. E anche dal G7, fronte unito contro i dazi americani. Il Canada, facendo il bilancio del vertice dei ministri finanziari, ha dichiarato: “La collaborazione all’interno del G7 è stata messa a rischio dai dazi americani. Ma i problemi economici globali richiedono un fronte unito del G7: i ministri finanziari hanno espresso all’unanimità i loro timori sui dazi americani, che rischiano di minare la fiducia. Non vogliamo una guerra commerciale, la palla è agli americani”.

Bruno Le Maire, il ministro delle finanze francese, al termine dei lavori ha poi aggiunto: “Abbiamo pochi giorni per evitarla. Non capiamo la decisione americana. Il nostro obiettivo sono scambi commerciali giusti ed equi”. Il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, ha sottilineato: “Gli Stati Uniti non stanno abbandonando il loro ruolo di leader dell’economia mondiale. Non voglio speculare su quello che accadrà al G7 dei capi di stato’: i Paesi del G7 sono i nostri alleati più importanti’ e nel G7 ci sono molte aree di accordo. A tutti quelli che hanno parlato del G6 più uno, dico che noi crediamo nel G7”, ha concluso.

Un’altro monito è arrivato dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker che ha dichiarato: “Desidero evitare una guerra commerciale con gli Usa, ma Washington deve sapere una cosa: gli europei non sono schiavi della politica interna americana”. Juncker ha poi precisato: “Il presidente Trump mantiene il suo atteggiamento discutibile verso l’Ue e le relazioni transatlantiche sono più annuvolate che serene, ma è prematuro dire che la partnership sia finita”. “Però – ha spiegato Juncker – come Trump difende con le unghie gli interessi americani, anche noi difendiamo gli interessi europei, perché prima l’America non deve voler dire l’Europa per ultima.”

Dal discorso di Juncker è emerso anche un ammonimento verso il presidente della Commissione: “dobbiamo restare uniti – ha ribadito presidente della Commissione Ue – quindi sconsiglio agli Stati Ue di cedere alla tentazione di concludere accordi bilaterali con gli Usa”. Infine, il ministro delle Finanze giapponese, Taro Aso, a margine dei lavori dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali ha dichiarato: “Al G7 per gli Stati Uniti è stato loro contro tutti gli altri”, aggiungendo che “i dazi americani sono ‘spiacevoli’, ma del protezionismo non ne beneficia nessuno”.

Beatrice Spreafico

Tags
Mostra Altro

Beatrice Spreafico

"Leggere, scrivere, chiacchierare, ascoltare, ridere, amare.. queste sono le costanti della mia vita senza le quali non potrei essere io. Amo emozionarmi e sorprendermi, cercando di lasciare un bel ricordo di me nelle persone che incontro. Credo nell’empatia e nel potere della determinazione: la mia testardaggine incallita è rinomata e - guarda caso - il mio motto è “mai arrendersi. Le cose belle richiedono tempo”. Porto gli occhiali, che sono la mia estensione sul mondo e vivo tra ricci e capricci. Sono Social Media Manger In InGrandiMenti, dove mi occupo di Social e sviluppo Piani Strategici ed Operativi per i clienti, su differenti piattaforme. In poche parole? Trasformo le loro richieste in parole ed immagini da ricordare. A LaVoce, invece, mi occupo della prima pagina scrivendo quotidianamente di politica, economia, attualità e scienza."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 13 =

Close