Cronaca

Milano, moschee. De Chirico (FI): “Moschea a San Siro? Prima ripulire il quartiere”

Il Vicecapogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino, commenta la decisione della Giunta

Milano, 6 giugno  – “In un articolo apparso su Repubblica l’assessore Maran sembra favorevole alla proposta di utilizzare i cinema dismessi per creare delle moschee di quartiere. Piuttosto che lasciare interi edifici abbandonati al loro destino mi sembra una vera e propria provocazione”. Ad affermarlo, è Alessandro De Chirico, Vicecapogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino.

“A San Siro – prosegue De Chirico – l’ex-cinema, ex-discoteca, ex-bingo di via Ricciarelli è chiuso da almeno un decennio. Data la grande concentrazione di extracomunitari il recupero dell’edificio per creare una moschea può essere una soluzione. Ma prima di procedere, la Giunta comunale deve dirci chiaramente cosa intende fare di San Siro. Che sia una grande kasba è innegabile. San Siro – ricorda l’esponente Azzurro – è anche un covo della criminalità organizzata dove slavi e magrebini si spartiscono il territorio. Per non parlare delle centrali di reclutamento di terroristi islamici smantellate dai nostri servizi segreti. C’è un alto rischio di radicalizzazione e le 900 occupazioni abusive censite creano un contesto esplosivo. Di sera e ormai anche di giorno si ha paura a passeggiare nel quartiere”.

“È incredibile come gli ambienti perbenisti della Sinistra cerchino di nascondere i problemi delle periferie. Prima di trovarci una “bomba atomica” in casa ,si deve predisporre un grande piano di sgomberi coatti e di controlli porta a porta. Poi parleremo di realizzare una moschea a San Siro”, conclude De Chirico.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 4 =

Close