Parlare d’amore con amore

Affrontare la malattia con consapevolezza

Intervista al Dottor Mirko Avesani – neurologo clinico e forense

“Tutti si arrogano diritti su un malato: preti, medici, domestici, estranei, amici. Perfino la sua infermiera si crede in diritto di comandargli.” (Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 Carissimi Amici, carissime Amiche, con questo pensiero di Luc de Clapiers de Vauvenarguesvi presento  il Dott. Mirko Avesani – Neurologo Clinico e Forense – Criminologo – perfezionato in Neurodiritto  –che oggi è con noi per aiutarci ad affrontare con consapevolezza alcuni dei disagi che potremmo affrontare sia in prima persona che per sostenere i nostri cari, salvaguardando la dignità del malato.

Purtroppo, come ben esplicita Luc de Clapiers, Marchese di Vauvenargues- scrittore, saggista e moralista francese –  vissuto nella prima metà del XVIII secolo, quando siamo in una condizione di malattia, quindi di fragilità, constatiamo che chiunque, a prescindere dalle proprie competenze,  troppo spesso si arroga il diritto d’impartire ordini oltreché di assumere un tono fintamente genitoriale che, in realtà, è solo sconfinante nella mancanza di rispetto. Un classico esempio è passare dal dovuto “lei” – diritto annoverato anche tra i cd “diritti del malato” – al “tu”.

Il trattamento peggiora, scadendo decisamente nella maleducazione, in presenza di malati psichici e se al sopraggiunto malessere si aggiunge l’elevata età del paziente.  In quest’ultimo caso, di default è pressoché immediata l’associazione “anziano = demente” e le persone che gravitano attorno,  gli si rivolgono con irriverente condiscendenza, mista a buonismo. “Tanto sei scemo” è il messaggio neppure troppo subliminale.

In effetti, la Demenza Senile, suscettibile di varie manifestazioni,   è una delle patologie più diffuse nella popolazione anziana. Tuttavia, come ci spiega il Dott. Avesani nell’intervista rilasciatami, oggi esistono esami clinici per individuarne precocemente i prodromi ed applicare terapie innovative atte al contrasto.

Le specializzazioni del Dott. Mirko Avesani, sono varie e non tutte conosciute. Ad esempio, qual è la differenza tra un Neurologo Clinico ed un Neurologo Forense? Come e quanto può influire in tribunale – sia in sede civile che penale – una perizia riportante la diagnosi d’incapacità d’intendere e volere?

In cosa consiste il Neurodiritto? E le Neuroscienze?

Di questo e molto altro ancora l’intervista è in realtà un trattato di medicina “tradotto” in un linguaggio accessibile –  che ci offre il Dott. Mirko Avesani  – Neurologo Clinico e Forense – Criminologo – perfezionato in Neurodiritto.

Un abbraccio

Daniela Cavallini

Per accedere all’intervista clicca qui

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + quindici =

Close