Cronaca

Caserta. Due immigrati denunciano: “Ci hanno sparato inneggiando a Salvini”

Usata una pistola ad aria compressa, uno di loro è rimasto ferito

Caserta, 19 giugno – Due immigrati originari del Mali e beneficiati del Sistema di Protezione per richiedenti asilo e rifugiati del Comune di Caserta, hanno denunciato di essere stati raggiunti dai colpi sparati da tre ragazzi con una pistola ad aria compressa che inneggiavano al Ministro degli Interni, Matteo Salvini. Nell’aggressione, uno di loro è rimasto ferito.

I fatti risalgono allo scorso 11 giugno ma sono stati denunciati solo oggi dal Centro Sociale Ex Canapificio, associazione incaricata di gestire il progetto Sprar in collaborazione con la Comunità Rut delle Suore Orsoline e alla Caritas.

Stando a quanto dichiarato dai due maliani, “intorno alle ore 22, mentre tornavano a casa, all’incrocio tra viale Lincoln e via Salvatore Commaia, sono stati avvicinati da una Fiat Panda di colore nero, a bordo della quale viaggiavano tre giovani italiani che, brandendo una pistola ad aria compressa al grido ‘Salvini, Salvini!’, sparavano due colpi di pistola a distanza ravvicinata, dei quali uno colpiva al torace Daby, ferendolo (due giorni di prognosi) ed un altro, sparato all’indirizzo del Sekou, andava a vuoto”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 1 =

Close