Cronaca

Terrorismo islamico. Gambiano fermato a Napoli

Stava progettando un attentato da compiere in Francia o in Spagna

Napoli, 25 giugno – Sillah Osman, 34 anni ed originario del Gambia, è stato fermato a Napoli con l’accusa di essere un fedele dell’Isis e di progettare un attentato da mettere a segno in Francia o in Spagna. La notizia è stata data dal Procuratore del Capoluogo campano, Giovanni Melillo, spiegando che l’azione che ha condotto al fermo del gambiano è stata condotta da Polizia e Carabinieri.

Le indagini hanno accertato che Osman aveva sostenuto un addestramento specifico in Libia e che l’attentato lo avrebbe compiuto in complicità con Alagie Touray, 21anni, fermato lo scorso 20 aprile durante un’operazione condotta da uomini del ROS e della DIGOS; mentre si trovava di fronte alla moschea di Licola, in provincia di Napoli. Il 21enne aveva realizzato e pubblicato su Telegram, un video dove giurava fedeltà allo Stato islamico. Sempre attraverso Telegram gli era giunto l’ordine di colpire con un’auto sulla folla.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 1 =

Close