Cronaca

Accoltellamento Bettarini: quattro persone fermate dalla Polizia

Determinanti le testimonianze degli amici del ragazzo

Milano, 2 luglio – Quattro persone sono state fermate ieri dalla Polizia di Stato  Milano, nell’ambito delle indagini sull’accoltellamento di Niccolò Bettarini, il figlio 19enne dell’ex calciatore, Stefano e di Simona Ventura.

Il giovane era stato aggredito fuori dalla discoteca Old Fashion e ferito con 11 coltellate: una di queste gli ha procurato una lesione ad un tendine della mano. Stando a quanto riferito dai genitori, Bettarini stava cercando di difendere un amico. Attualmente è in prognosi riservata all’ospedale di Niguarda.

Circa i fermati, per la loro identificazione sono state fondamentali le testimonianze degli amici di Bettarini, rese durante una lunga giornata di interrogatori.

AGGIORNAMENTO

ORE 13.00 – Il PM di Milano, Elio Ramondini che si occupa dell’inchiesta, si è detto certo che Niccolò Bettarini è stato aggredito senza avere nessuna colpa e per motivi futili.

In merito ai fermati, si tratta di due italiani di 24 e 29 anni e di due albanesi di 23 e 29 anni. Uno di loro nega ogni addebito a suo carico. Chi avrebbe accoltellato Bettarini è un esponente della tifoseria interista e frequentatore di ambienti dell’estrema destra. Tuttavia va precisato che calcio e politica non sono i motivi che hanno scatenato la violenza.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 1 =

Close