Speciale Russia 2018

Calcio, Mondiali: Inghilterra avanti ai rigori

Passa anche la Svezia

Il Mondiale di Russia ha riempito ieri le ultime due caselle mancanti nella griglia dei quarti di finale; a completare il quadro sono Svezia e Inghilterra. Nel pomeriggio di ieri gli scandinavi hanno avuto ragione della Svizzera imponendosi per 1-0; i britannici, in vantaggio sulla Colombia fino ad un soffio dalla fine dei tempi regolamentari, si sono visti sfilare la vittoria dalle mani al 92°, quando i “Cafeteros” hanno trovato il pareggio, ma hanno poi trionfato alla lotteria dei tiri dal dischetto.

Nel confronto delle 16, a San Pietroburgo, la Svezia sconfigge la Svizzera per 1-0 e accede ai quarti. In un match in cui entrambe le squadre esibiscono un trattato di organizzazione, a discapito della tecnica e dello spettacolo, i nordici risultano più brillanti e creano qualche presupposto per la rete, venendo fermati da Sommer e dalla propria imprecisione. Al 66° Forsberg frattura l’equilibrio realizzando la rete decisiva per gli svedesi; sul suo tiro dal limite, però, influisce in modo determinante la deviazione di Akanji, che rende la conclusione imprendibile per Sommer. La reazione elvetica sperimenta il proprio apice al 79°, quando il colpo di testa di Embolo trova Forsberg appostato sulla linea di porta a salvare il risultato. Il cartellino rosso a Lang, con calcio di rigore a favore degli svedesi, successivamente tramutato dalla VAR in punizione dal limite, fa scorrere i titoli di coda, con i giustizieri dell’Italia che possono così proseguire la propria avventura in terra di Russia.

In serata, allo “Spartak Stadium” di Mosca, Colombia-Inghilterra mantiene poche promesse sotto il profilo dello spettacolo, ma risarcisce il proprio pubblico con un epilogo dal forte impatto emotivo, in cui gli inglesi passano ai rigori dopo l’1-1 del 120°. Il primo tempo si sviluppa in modo sostanzialmente anonimo, con Kane a sfiorare il vantaggio all’altezza del quarto d’ora e i sudamericani a pagare l’assenza di James Rodriguez in attacco. Al 54° l’Inghilterra trova però il vantaggio; la trattenuta di Carlos Sanchez su Kane è troppo vistosa perché l’arbitro americano Geiger possa soprassedere e dagli undici metri il centravanti del Tottenham realizza freddamente il proprio 6° centro mondiale. La squadra di Southgate non sembra soffrire le sterili sortite dei colombiani, ma a tempo abbondantemente scaduto e con il popolo della Regina già pronto a festeggiare i quarti, Mina irrompe di testa su calcio d’angolo fissando l’1-1 e trascinando il confronto ai supplementari.

I trenta minuti di extra time propongono poco, con l’Inghilterra preoccupata di tamponare la ferita del pari subito in extremis e la Colombia galvanizzata (ma improduttiva) dopo aver riacciuffato un equilibrio ormai insperato. Nella sequenza dei calci di rigore, Falcao, Kane, Cuadrado, Rashford e Muriel sono infallibili; la grande parata di Ospina su Henderson sembra far pendere la bilancia dalla parte dei “Cafeteros”, ma la traversa di Uribe al quarto tiro riavvicina i britannici, che perfezionano la parità con la realizzazione di Trippier. L’ultimo rigore per i colombiani è affidato a Bacca, ma l’ex milanista si fa ipnotizzare da Pickford; Dier, invece, non sbaglia e gli inglesi approdano ai quarti di finale nella parte bassa del tabellone, resa particolarmente appetitosa da una composizione non certo irresistibile, con Svezia, Croazia e i padroni di casa della Russia.

I quarti di finale prenderanno il via venerdì 6 luglio con due confronti che profumano di finale; alle ore 16, a Novgorod, Uruguay e Francia si contenderanno l’accesso tra le prime quattro, mentre in serata, a Kazan, sarà il momento di Brasile-Belgio. Sabato 7 luglio, nel pomeriggio, Samara ospiterà Svezia-Inghilterra; alle ore 20, a Sochi, la Russia tenterà la via della semifinale contro l’imprevedibile Croazia.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =

Close