Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Il sushi

Dalla tradizione gastronomica giapponese

Care Amiche e cari Amici de La Voce, quando si parla di gastronomia giapponese, la mente vola subito al più noto dei piatti di questa cucina: il sushi.

Siamo abituati a degustarlo nei ristoranti tipici e spesso, pagandolo ragguardevolmente. Tuttavia, pensare di prepararlo a casa non è così improbabile. Vi dirò di più: non è neanche difficile, tanto meno richiede tempi lunghi.

Per prepararlo per quattro persone, vi basteranno 20 minuti per la preparazione e poco più di mezz’ora per la cottura.

Gli ingredienti principali sono ovviamente il riso che dovrete preparare in agrodolce ed il pesce insieme ai crostacei. Ma andiamo per ordine.

Per realizzare il riso in agrodolce dovrete disporre di 400 grammi di riso, un cucchiaio di saké, tre cucchiai di aceto bianco, un cucchiaio di sale ed uno di zucchero.

Per l’accompagnamento dovrete disporre di 500 grammi di pesci misti in filetto (branzino, tonno, sogliola e salmone), una radice media di zenzero, quattro gamberi e quattro uova. Inoltre, salsa di soia, aceto ed olio per quanto potranno bastare.

Innanzitutto dedicatevi alla preparazione del sushi, mescolando zucchero, sale, aceto e saké. Durante questa prima fase, fate lessare il riso che, una volta pronto, dovrete mettere in una ciotola versandovi il condimento che avrete preparato ed amalgamando il tutto. Circa la cottura del riso, accertatevi che sia al dente. Ora, occupatevi delle uova, battendole e mettendole a cuocere in una padella con poco olio, sino a realizzare due frittatine sottili. Fatele raffreddare e poi, tagliatele a listarelle.

Fate lessare i gamberi ma solo per pochi minuti in acqua bollente e salata.Terminata la lessatura, privateli dei guscio e tagliateli a meta nel verso della loro lunghezza. Dunque, pensate alla polpa dei pesci che dovrete tagliare diagonalmente a fettine sottili.

Prendete lo zenzero e tagliatelo a fettine sottili che dovrete far riposare immerse nell’aceto. Nel frattempo, tornate ad occuparvi del riso: fatene delle palline che abbiano un diametro di circa 6 centimetri, mettetele in un piatto da portata, anche se sarebbe meglio che disponeste di alghe.

Su ogni pallina di riso, mettete a guarnizione una rondella di zenzero. Aggiungete nel piatto i gamberi e la polpa di pesce, il tutto accompagnato dalla salsa di soia.

Se poi volete realizzare un sushi da ristorante, dovrete assolutamente procurarvi delle alghe nori ed una tovaglietta di bambù. Sulla tovaglietta stendete le alghe e aggiungetevi il riso senza naturalmente averlo fatto a palline. Mettete al centro i gamberi e la polpa di pesce. Arrotolate il tutto impiegando la flessibilità della tovaglietta di bambù ed il rotolo ottenuto, tagliatelo a fette non più spesse di due dita.

Per meglio degustare il vostro sushi, accompagnatelo bevendo saké.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × cinque =

Close