Politica

FINALMENTE L’HANNO CAPITA E SALVINI DICE SÌ ALLO SBARCO DEI MIGRANTI

Francia, Germania, oltre a Malta, Spagna e Portogallo li accoglieranno

Il Ministero degli Interni ha dato il via libera allo sbarco dei 450 migranti a Pozzallo. Il via libera dopo che Francia e Germania hanno dichiarato la loro disponibilità ad accoglierne 50 ciascuno. A loro si sono uniti Malta, Spagna e Portogallo.

Le navi Monte Sperone della Guardia di Finanza e Protector di Frontex erano rimaste ferme nelle acque antistanti Pozzallo. Era stato dato il via libera allo sbarco, solo alcuni dei migranti, prevalentemente donne e bambini che necessitavano di cure mediche.

Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini giudica il risultato come una vittoria politica ed afferma: “Bene, fermezza e coerenza pagano, è finito il tempo di governi complici e pavidi. Abbiamo messo in salvo donne e bambini. Un ottimo lavoro di squadra di tutto il governo. Il prossimo obiettivo, per stroncare una volta per tutte la mafia del traffico di esseri umani, sarà riaccompagnare gli immigrati dove sono partiti. In Italia, e in Europa, entra solo chi ha il permesso”.

La linea dell’Italia e degli altri Paesi europei che hanno deciso di ricevere i migranti, trova però la linea dura del blocco Visegrad. Il premier  della Repubblica Ceca, Andrej Babis, ha dichiarato:  “Ho ricevuto la lettera del premier italiano Conte in cui chiede all’Ue di occuparsi di una parte delle 450 persone ora in mare. Un tale approccio è la strada per l’inferno”.  “Il nostro Paese – ha proseguito – non riceverà alcun migrante. L’unica soluzione alla crisi migratoria è il modello australiano, cioè non fare sbarcare i migranti in Europa”.

Al premier ceco ha risposto Salvini: “Ci diano una mano ad aiutare le autorità libiche e a soccorrere tutti, salvare tutti, curare tutti, nutrire tutti, ma a riaccompagnarli in Libia”. Il titolare del Viminale ha poi aggiunto:  “L’unica soluzione per mettere fine al traffico di esseri umani, per combattere veramente i trafficanti e la mafia degli scafisti è far capire a tutti che in Europa e in Italia ci arrivi se hai il premesso per arrivare e che qualunque nave intercettata viene soccorsa e riportata indietro”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + cinque =

Close