Mondo

MIGRANTI. ONG SPAGNOLA ACCUSA: “LIBICI ASSASSINI”

La Guardia Costiera libica avrebbe fatto affogare una donna ed un bambino. Il Viminale: "Fake news"

La Proactive Open Arms, un’Organizzazione Non Governativa spagnola ha mosso un’accusa pesantissima nei confronti della Libia la cui Guardia Costiera avrebbe lasciato affogare una donna ed un bambino, migranti nelle acque del Mediterraneo.

La ONG ha pubblicato le immagini che ritraggono i cadaveri dei due migranti tra ciò che rimane di una barca. Oscar Camps, fondatore della Proactive Open Arms ha dichiarato: “La Guardia Costiera libica ha detto di aver intercettato una barca con 158 persone fornendo assistenza medica e umanitaria, ma non hanno detto che hanno lasciato due donne e un bambino a bordo e hanno affondato la nave perché non volevano salire sulle motovedette”. Camps ha poi aggiunto:  “Quando siamo arrivati abbiamo trovato una delle donne ancora vive ma purtroppo non abbiamo potuto far nulla per l’altra donna e il bambino”. Secondo Camps, la morte risalirebbe a poche ore prima dell’arrivo della nave di Open Arms.

Sull’imbarcazione della ONG si trovava anche Erasmo Palazzotto, Deputato di LeU. “Questo è quello che fa la guardia costiera libica quando fa un salvataggio umanitario. Open Arms ha salvato l’unica superstite mentre i tuoi amici libici hanno ucciso una donna e un bambino. Almeno oggi abbi la decenza e il rispetto di tacere e aprire i porti”, ha affermato il Parlamentare.

Immediata la replica del Ministro degli Interni, Matteo Salvini che su Facebook ha scritto: “Bugie e insulti di qualche Ong straniera confermano che siamo nel giusto: ridurre partenze e sbarchi significa ridurre i morti, e ridurre il guadagno di chi specula sull’immigrazione clandestina. Io tengo duro. #portichiusi e #cuoriaperti”.

Presa di posizione anche dal Viminale. Fonti interne bollano le immagini della ONG come “fake news” ed anticipano che, “nelle prossime ore”, sarà diffusa “la versione di osservatori terzi che smentiscono la notizia secondo cui i libici non avrebbero fornito assistenza”.

ECCO IL VIDEO DIFFUSO DALLA ONG

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − quattordici =

Close