Tech

Vulcan by Icon: il futuro dell’edilizia e dell’emergenza abitativa è la stampa 3D

Il macchinario stampa un'abitazione in un tempo compreso tra le 12 e le 24 ore, a un costo contenuto e con una buona efficienza termica

A seguito di una catastrofe naturale o per un’emergenza umanitaria è necessario intervenire prontamente con soluzioni abitative sostitutive. Questo non è sempre facile e spesso persone, vittime e rifugiati restano senza un tetto sopra la testa o in situazioni di stallo precarie (container o i prefabbricati che necessitano di mesi di lavoro e sono spesso scadenti ed energeticamente poco efficienti) per un’infinità di tempo. Adesso, tutto questo può essere facilmente risolvibile: tutti hanno diritto ad una casa.

La svolta arriva grazie ad una stampante 3D industriale in grado di stampare un’abitazione in un tempo compreso tra le 12 e le 24 ore a seconda delle dimensioni, a un costo contenuto e con una buona efficienza termica. Una vera risposta all’ emergenza abitativa nel mondo. Questa prodigiosa stampante 3D si chiama Vulcan ed è stata messa a punto dalla Icon, un’azienda statunitense. Una casa di circa 75mq costruita in 24 ore al prezzo di circa 3mila euro – non sarà più un sogno ma la realtà. Grazie all’avvento della tecnologia di stampa 3D è possibile la costruzione di nuclei abitativi in 24 ore ad un costo variabile tra i 3mila e i 4mila euro.

Jason Ballard, uno dei co-fondatori di Icon, ha spiegato: “I metodi di costruzione tradizionali hanno molti svantaggi e problemi che noi siamo ormai abituati a dare per scontati da così tanto tempo da aver dimenticato come immaginare soluzioni alternative”. Secondo Ballard con la stampa 3D “non solo possiamo ottenere un involucro termico continuo e privo di ponti termici, ma anche un’elevata velocità realizzativa, più ampie possibilità di progettazione, un elevatissimo livello di resilienza e un salto quantico per quanto riguarda la convenienza. Tutto ciò non è il 10% in più di quanto si può realizzare oggi, ma è 10 volte meglio”.

Come funziona esattamente Vulcan? La tecnologia di stampa 3D permette di realizzare muri tramite una sovrapposizione di strati di cemento che vanno a costruire un doppio muro diviso da un’intercapedine con una struttura rinforzata. E’ studiata per le piccole dimensioni, ma può comunque realizzare anche abitazioni molto grandi, fino a 800 mq, con muri divisori interni, alloggiamenti per le prese di corrente etc. La stampa infatti segue un modello tridimensionale progettato al computer e completo di tutto ciò che serve: la stampante non fa altro che comporlo tramite successive gettate di cemento.

L’azienda statunitense Icon ha stretto una collaborazione con l’organizzazione non-profit New Story, che ha progetti in atto in Messico, Bolivia, Haiti e El Salvador e proprio in quest’ultimo Paese realizzerà entro quest’anno le prime 100 abitazioni con il metodo della stampa 3D, grazie a Vulcan. L’emergenza abitativa è ancora una piaga sociale nel 2018. Ma la tecnologia può essere di grande aiuto per garantire un intervento rapido e concreto per chi ne ha più bisogno, grazie al consistente abbattimento dei prezzi e dei tempi di costruzione di piccoli nuclei abitativi. Il futuro dell’edilizia è la stampante 3D!

Beatrice Spreafico

Tags
Mostra Altro

Beatrice Spreafico

"Leggere, scrivere, chiacchierare, ascoltare, ridere, amare.. queste sono le costanti della mia vita senza le quali non potrei essere io. Amo emozionarmi e sorprendermi, cercando di lasciare un bel ricordo di me nelle persone che incontro. Credo nell’empatia e nel potere della determinazione: la mia testardaggine incallita è rinomata e - guarda caso - il mio motto è “mai arrendersi. Le cose belle richiedono tempo”. Porto gli occhiali, che sono la mia estensione sul mondo e vivo tra ricci e capricci. Sono Social Media Manger In Wellnet, dove mi occupo di Social e sviluppo Piani Strategici ed Operativi per i clienti, su differenti piattaforme. In poche parole? Trasformo le loro richieste in parole ed immagini da ricordare. A LaVoce, invece, mi occupo della prima pagina scrivendo di politica, economia, attualità e scienza."

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − cinque =

Close