Running

Running: forma fisica e vacanze

Come rimanere in forma durante le ferie e come recuperarla dopo qualche eccesso

Bentornati nella rubrica dedicata al running.

Oggi affronteremo il problema di come rimanere in forma durante le vacanze e di come recuperarla dopo qualche eccesso estivo; non è insolito infatti che durante il periodo vacanziero ci si lasci andare e si ceda anche alla tentazione di qualche “bagordo”. In estate abbondano cene, pranzi e aperitivi; a volte ci si concede qualche bicchiere in più e, infine, a conclusione di una notte trascorsa a ridere e a ballare con gli amici, non ci si nega neppure la colazione all’alba, per poi ripartire con un’altra giornata senza privarsi di nulla. Non proprio una condotta da atleta. E così le vacanze trascorrono rapidamente, più in fretta di quanto si vorrebbe, si rientra alla vita quotidiana, si mettono i piedi sulla bilancia e… il responso è impietoso!

Per prevenire tutto questo, può tornare utile dispensare qualche consiglio che, ad onor del vero, neppure chi scrive segue sempre alla lettera, a maggior ragione in vacanza. Esaurite le licenze estive, il podista dovrà cercare di tornare in forma più in fretta possibile per poter riprendere l’allenamento con regolarità oppure per continuarlo, nel caso in cui non abbia fatto una pausa neppure durante le vacanze.

L’appesantimento fisico contribuirà a rallentare la ripresa dell’attività fisica, soprattutto se il runner non ha incrementato il chilometraggio settimanale. In questa situazione è quindi richiesta una perdita di peso, con riduzione della massa grassa e non di quella muscolare. Per tornare in forma bisogna inoltre evitare assolutamente le diete “fai da te”, che possono essere drastiche e condurre a problemi di salute, anche gravi e comunque da non sottovalutare.

Ecco, quindi, qualche suggerimento che può essere seguito al rientro dalle vacanze:
– è importante non saltare mai nessuno dei pasti principali; seguire la regola del “mangiare poco e spesso” contribuisce a mantenere attivo il metabolismo, favorendo la combustione calorica e quindi il consumo energetico;
– tra i cibi di cui è necessario non fare a meno rientrano le verdure crude (lattuga, finocchi, carote) e l’olio extra vergine di oliva, che rappresentano degli ottimi integratori perchè ricchi di sali minerali, fibre e vitamine;
– per concludere, ma non meno importante, si raccomanda quella che dovrebbe sempre essere un’abitudine, ossia bere molta acqua durante il corso della giornata; non bisogna dimenticare, infatti, che ai fini della perdita di peso, per ogni litro di acqua ingerita, l’organismo brucia 30 calorie per adattarla alla temperatura corporea.

Tuttavia, per evitare di dover affrontare a posteriori rimedi troppo drastici e radicali, si può provare ad evitare vacanze eccessivamente aggressive e caratterizzate da un apporto calorico oltre il limite; non è infatti impossibile tornare dalle ferie completamente fuori forma, senza comunque privarsi di nulla. Considerando il fatto non trascurabile che le vacanze durano due, o al massimo tre (per i più fortunati) settimane e che ci si allena per quasi tutto l’anno, almeno durante le ferie si può affrontare l’allenamento un po’ più alla “leggera”, che non significa allenarsi alla carlona. Un allenamento condotto superficialmente può fare più male che bene; inoltre, sarebbe insensato privarsi del proprio tempo libero solo per fare finta di allenarsi.

Allenarsi e divertirsi è un binomio assolutamente possibile. Durante l’estate ci si può tranquillamente concedere di evitare allenamenti rigidi e mirati, di astenersi dal seguire tabelle, di appesantirsi di ripetute e quant’altro; sono in fondo attività che un runner diligente svolge con regolarità durante tutto l’anno. Non è inappropriato, in questo momento dell’anno, pensare esclusivamente alla corsa in sé, senza guardare ritmi, percorsi, chilometri o altro; correre in libertà è l’obiettivo principale, magari in compagnia di un amico o di una bella playlist. Inoltre, per chi va in vacanza al mare, il suggerimento è di provare a correre la mattina presto sul bagnasciuga, che è un’esperienza a dir poco edificante; per chi preferisce il lago o la montagna, invece, si può trovare un percorso trail non troppo impegnativo. Queste opzioni offrono un modo nuovo di affrontare la corsa e, senza rendersene conto, la forma fisica non verrà persa; e tornando dalle ferie sarà gratificante vedere che la bilancia è rimasta nello stesso punto di quando si è partiti.

Non mi resta come sempre che salutarvi, ricordandovi di scrivermi in caso di dubbi o di altre curiosità e di augurarvi buone corse. Alla settimana prossima.

Antonio De Vito

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 2 =

Close