Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Bière Du Demon: “Plaisir diabolique”

Una bionda apparentemente innocua che però...

Care Amiche e cari Amici de La Voce, questa settimana vorrò parlarvi di quella che viene considerata tra le birre più alcoliche in commercio. Sto parlando de ‘La Bière Du Demon’. Si tratta di una francese del Nord, prodotta da ‘Les Brasseurs de Gayant’ di Douai.

Appartenente allo stile Lager strong – European Strong Lager è una chiara a bassa fermentazione dalla schiuma fine ed aderente, pressoché impercettibile.

L’aroma ne consegna un profumo parecchio maltato e luppolato. I più esperti ne sapranno anche riconoscere l’importanza della gradazione alcolica. A tal proposito, a renderla ragguardevole nei suoi 12 gradi, è la grande quantità di malto.

La ‘Du Demon’ è piuttosto bilanciata al gusto, gradevole e corposo: ben miscelata tra l’amaro ed il dolce. In un primo momento permette di sentire il malto, mentre il retrogusto lascia un gradevole sapore di nocciola.

Per quanto riguarda l’abbinamento gastronomico, le sue particolari caratteristiche la sanno far apprezzare sia con i fritti e quindi salati. Ideale l’accostamento con Hamburger, Fiorentina alla brace, formaggio Camembert, lardo di colonnata, pollo fritto. Se la si vuole degustare con una pizza, ottima è la Diavola con salamino ed olio piccante. La ‘Du Demon’ non tradisce nemmeno con i dolci: eccellente con quelli a base di cioccolato.

La miglior temperatura di servizio deve essere compresa tra gli 8 e gli 11 gradi. Occorre degustarla in un boccale in vetro del modello calice a chiudere.

E’ una birra che tiene indubbiamente fede a quanto scritto sulla sua etichetta: “Plaisir Diabolique”. Difficile non cedere alle sue tentazioni, una volta che la si è scoperta. E’ ottima da bersi in compagnia al pub oppure da soli, quando si cercano momenti di spensieratezza e libertà.

La prossima settimana vi proporrò un’altra specialità alla quale sto già lavorando e so che non vi deluderà.

A presto e… salute!!!

Beer Story Tell

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × tre =

Close