Cronaca

Monza, illegalità alla Stazione. Sapienza (FAST CONFSAL) commenta

"Chiediamo a gran voce un intervento concreto"

Monza, 31 luglio – “Come volevasi dimostrare”, afferma il Segretario regionale Fast Confsal Rosario Sapienza. “Come sindacato Fast Confsal abbiamo denunciato a tutti i livelli la situazione critica presente nella stazione di Monza che è diventata ormai sede di spaccio e bivaccamento. Ieri è avvenuta un’aggressione ad un giornalista che filmava una lite tra extracomunitari ed è andata bene, ma fino a che punto occorre arrivare finché qualcuno intervenga?”

“Noi – prosegue Sapienza – abbiamo scritto ad Aziende, Comune, Prefetto e Regione denunciando il tutto ma ancora nessuno si è mosso. È forse più comodo avere queste persone in questa zona della città rispetto ad altre zone? In stazione, proprio accanto agli spacciatori, ci sono dei lavoratori di RFI che giornalmente vivono nel terrore all’ingresso e all’uscita dal lavoro perché spesso prede di scherzi, sputi ed offerte di droga da parte di questi individui. Ma è forse diventato legale anche lo spaccio? Rimaniamo basiti ed increduli di fronte a tanta indifferenza delle istituzioni che dovrebbero tutelare cittadini, studenti e lavoratori in una importante città come Monza”.

“La Fast Confsal chiede a gran voce un intervento concreto per evitare che si pianga poi per quello che a priori era evitabile”, conclude il Segretario regionale.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 4 =

Close