Viaggi

Vacanze col fantasma? Al Castello di Culzean, in Scozia

E’ possibile dormire nell’hotel del maniero più infestato della regione

Se state cercando una vacanza alternativa alle solite spiagge o montagne, la Scozia potrebbe fare al vostro caso. Se poi, oltre alle vacanze cercate anche il brivido, pernottare all’hotel Eisenhower, ubicato nel castello di Culzean, a Maybole, nell’Ayrshire vi offrirà un’esperienza unica.

Il castello di Culzean risale al XVIII secolo e si trova in una posizione incantevole, su una scogliera a 30 metri di altezza dal mare. Dispone di un’area verde di 250 ettari con boschi e giardini. In buona sostanza, un paesaggio da sogno. Per come lo vediamo oggi, è il risultato del genio architettonico di Robert Adam, messo a disposizione del conte di Cassillis. Adam lo realizzò incorporando alcuni dei precedenti castelli costruiti da Sir Thomas Kennedy, assassinato sulle sabbie di Ayr nel 1602.

Se di giorno il castello offre il panorama da fiaba del quale abbiamo parlato, la notte le cose pare che cambino. Il castello di Culzean infatti, sembra essere il maniero più infestato di tutta la Scozia, forte dei suoi 7 fantasmi.

Come detto, anticamente la proprietà era della famiglia Kennedy e la leggenda vuole che quando qualcuno della famiglia si sposa, durante la notte si possono sentire le note dello spettro di un pifferaio morto mentre cercava qualcosa nelle cantine o, secondo altri, scomparve durante una passeggiata lungo la scogliera. Le note si possono udire anche nelle notti di tempesta. Qualcuno sostiene di averlo anche visto tra le rovine della vecchia chiesa.

Anche la camera da letto di Lord Cassillis non è da meno. Qui è stato visto il fantasma di una donna vestita di verde che si aggira disperata per la perdita del suo bambino. Nel 1972 ci fu chi vide una donna in abito da ballo, una figura non meglio identificata che scendeva le scale avvolta dalla nebbia. Non manca neanche il fantasma di una serva maltrattata, noto come la Dama Bianca.

La storia più raccapricciante però, è quella che riguarda un fatto di sangue risalente a molti secoli fa, quando Gilbert Kennedy 4° conte di Cassillis, non vedeva l’ora di entrare in possesso della sua nuova terra. Per questo decise di tendere una trappola al proprietario, Allan Stewart che con uno stratagemma attirò nei sotterranei del castello, noti col nome di ‘Volta Nera’. Una volta catturato, lo mise ad arrostire infilandolo in uno spiedo e lo torturò finché questi non firmò l’atto di trasferimento della proprietà delle terre. La tortura di Stewart fu atroce poiché questi fu messo e tolto dallo spiedo diverse volte. Per questo efferato delitto, Cassillis se la cavò con una multa inflittagli dal Consiglio Privato scozzese che tuttavia, non gli requisì le terre. Da allora, la leggenda vuole che si sentano le urla di Stewart, straziato dal fuoco.

Se ritenete di essere pronti ad una vacanza col brivido, non vi resta che prendere un aereo…

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Quasi cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + sedici =

Close