Musica

Luigi Schiavone – Enrico Ruggeri: una collaborazione finita per sempre?

Il noto chitarrista: "Non ci sentiamo da due anni"

37 anni di musica fatta insieme, canzoni scritte insieme, concerti fatti insieme, ad un certo punto qualcosa si è spezzato. La strada di Luigi Schiavone, uno dei più grandi chitarristi italiani e non solo, con quella del noto cantautore Enrico Ruggeri, si sono separate due anni fa e difficilmente potranno tornare a congiungersi in futuro. Lo strappo è stato dato in maniera improvvisa e di questo, Luigi Schiavone non se ne capacita ancora. In un’ampia intervista rilasciata al blog ‘Teatro e Musica News e realizzata da Massimiliano Beneggi, Schiavone non ha fatto mistero di quanto accaduto.

Grazie alla disponibilità dell’autore, Massimiliano Beneggi, riproponiamo fedelmente lo stralcio dell’intervista, nel passaggio relativo al rapporto tra i due musicisti.

Sui social i fan recriminano sempre la tua assenza nei concerti con Ruggeri e ne invocano il tuo ritorno. Lui recentemente ha postato una foto senza i Decibel, ma con un altro gruppo, e tu non ci sei, e in tanti hanno commentato richiedendo la tua presenza. Tornerete a suonare insieme o è finito il rapporto?

Nessuno ha mai detto “È finito il rapporto”, semplicemente Enrico ha preso un’altra strada e io ne ho preso atto. Non ci sentiamo e non ci vediamo da due anni. Non credo proprio ci sia la possibilità di un ritorno alla collaborazione. Per adesso non ci sono i presupposti. La cosa grave forse è che dopo 37 di lavoro insieme Enrico non mi abbia detto proprio nulla, mi aspettavo che mi comunicasse almeno a voce che non intendeva più avvalersi della mia collaborazione. L’ho dovuto solo dedurre, ma va benissimo lo stesso. Lui ha fatto una scelta di un percorso diverso, io ne ho preso atto, e ciascuno ha preso la sua strada. Sono molto contento per lui se questo è quello che lui voleva e che crede sia il percorso giusto.

In realtà tutti i fan comunque sembrano essere nostalgici delle vostre canzoni insieme, sarebbe un peccato non vedervi più insieme.

Non ci sentiamo da due anni ma nessuno ha mai detto “Non suoneremo mai più insieme”.

Parole, quelle rilasciate da Schiavone a ‘Teatro e Musica News’, dalle quali traspare molta amarezza ma anche una fioca luce di speranza: quella di poter tornare a fare musica insieme. 37 anni di lavoro insieme, significano anche un rapporto umano che è legittimo considerare più che solido e se soggetto a rotture, è comprensibile che queste non le si vorrebbe vivere in assenza di spiegazioni, costretti solo subire la decisione dell’altra parte.

Nel frattempo, i due artisti non si sono sicuramente annoiati.

Ruggeri ha riproposto i ‘Decibel’ con i quali ha fatto due album ed una partecipazione al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, oltre ad una serie di concerti: il tutto sotto la buona stella del successo.

Schiavone, come ricorda Beneggi nella sua intervista, è “impegnato ora con Ale e Franz in ‘Nel nostro piccolo’, dove accompagna i due comici con gli arrangiamenti sui brani di Gaber e Jannacci”. Inoltre, sta terminando la lavorazione del suo terzo album esclusivamente strumentale.

Resta da capire come Ruggeri abbia reagito alle parole di Schiavone. Al momento, dall’entourage del cantautore milanese, tutto tace. Confidiamo in una replica…

PER LEGGERE L’INTERVISTA INTEGRALE A LUIGI SCHIAVONE CLICCA QUI

Antonio Marino

Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Back to top button