Cronaca

EMANUELA ORLANDI: IL LEGALE DELLA FAMIGLIA CHIEDE CHIAREZZA

Analisi in corso sulle ossa ritrovate ieri nella sede della Nunziatura a Roma

31 ottobre – Secondo quanto riferito da ANSA, in Vaticano si sta procedendo con “accertamenti” sulle ossa ritrovate ieri nella sede romana della Nunziatura Apostolica. Si tratta di capire a chi possano appartenere i resti e se effettivamente possa esserci un collegamento con la scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. Alle indagini partecipa anche la magistratura italiana.

Fonti qualificate riferiscono che le ossa ritrovate potrebbero appartenere a due distinte persone. Si tratta infatti di uno scheletro quasi completo e di alcuni frammenti ossei trovati a breve distanza. Il Professor Arcudi, direttore di Medicina Legale presso l’Università di Tor Vergata, ha spiegato che per le analisi del DNA ci vorranno tra i 7 ed i 10 giorni. Si spera che il DNA estratto dalle ossa sia sufficiente a compararlo con quello fornito dalle famiglie Orlandi e Gregori per poter arrivare ad una risposta.

Intanto, l’Avvocato  Laura Sgrò, legale della famiglia Orlandi, chiede chiarezza: “Chiederemo alla Procura di Roma e alla Santa Sede in che modalità sono state trovate le ossa e come mai il loro ritrovamento è stato messo in relazione con la scomparsa di Emanuela Orlandi o Mirella Gregori. La nostra è una situazione di attesa. Stiamo cercando di capire, anche perché il bollettino emesso ieri sera dalla Santa Sede fornisce poche informazioni”, ha affermato la Sgrò.

Antonio Marino

Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Back to top button