Champions League

Champions League: la Roma vince a Mosca, Juve rimontata in casa dallo United

Serata in chiaroscuro per le italiane in Europa

Il mercoledì di Champions League delle italiane si conclude in chiaroscuro; se, infatti, la vittoria della Roma a Mosca sul CSKA costituisce un’ipoteca quasi definitiva sul passaggio dei giallorossi agli ottavi di finale, non può dirsi lo stesso per la Juventus, che viene rimontata e sconfitta allo “Stadium” dal Manchester United ed è costretta a rinviare l’ufficialità della qualificazione, che comunque non appare minimamente in discussione.

Nel tardo pomeriggio la Roma ha la meglio sul gelo del “Luzhniki” e sul CSKA, conquistando una preziosa vittoria per 2-1 che di fatto è uno stretto sinonimo di qualificazione. Per i giallorossi il confronto si fa in discesa già dopo 4 minuti, quando Manolas interviene di testa su un corner di Pellegrini bucando l’incerto Akinfeev; nel corso del primo tempo la Roma dispone di almeno un paio di occasioni per pervenire al raddoppio, ma Florenzi e Dzeko non riescono ad assestare il colpo definitivo. Accade così che in apertura di ripresa arrivi il pareggio russo con Sigurdsson, che si libera con fin troppa facilità di Santon e angola l’1-1. I giallorossi però rimettono la partita in carreggiata quasi all’istante; dopo il doppio giallo a Magnusson, che al 56° lascia in dieci uomini i padroni di casa, arriva infatti a stretto giro di posta il 2-1 di Pellegrini, freddo davanti ad Akinfeev dopo il servizio di Dzeko.

La classifica del gruppo G arride in modo chiaro ai giallorossi, che hanno 9 punti alla pari con il Real Madrid, ma risultano secondi per la differenza reti; i “blancos” hanno infatti dilagato per 5-0 in casa del Viktoria Plzen garantendosi il momentaneo primato. Per i cechi, che hanno 1 solo punto in classifica, la prosecuzione del cammino in Champions League è ormai definitivamente preclusa, mentre il CSKA Mosca, terzo con 4 punti, conserva soltanto una flebile speranza di qualificazione.

Nel gruppo H, invece, la Juventus si distrae e cade in casa per 2-1 contro il Manchester United dopo aver dominato per quasi 85 minuti; per i bianconeri arriva quindi la prima sconfitta stagionale che, pur non compromettendo il discorso qualificazione, risulta quanto meno indigesta, soprattutto per le modalità della sua maturazione. Come nel match di “Old Trafford”, la squadra di Allegri conferma una supremazia schiacciante, che tuttavia si traduce solo in un palo di Khedira a primo tempo inoltrato e in una traversa di Dybala ad inizio ripresa; al 65° arriva il vantaggio bianconero grazie a Cristiano Ronaldo, che trasforma in gol un lancio millimetrico dalle retrovie di Bonucci, colpendo al volo con rara pulizia balistica. Il gol non accontenta la Juventus, che però fallisce ripetutamente il raddoppio con Cuadrado, che si macchia di un errore clamoroso da centro area, e Pjanic. All’86°, a dir poco inatteso, arriva il pareggio dello United con Mata, entrato da poco, che con il mancino disegna una traiettoria perfetta su punizione. Il gol ritempra gli inglesi, mentre la Juventus si sorprende un po’ a corto di fiato; la beffa arriva così nel recupero, quando una situazione di confusione a pochi metri dalla linea di porta genera il 2-1 (archiviato come un autogol di Bonucci) a favore degli uomini di Mourinho, che al triplice fischio esulta provocatoriamente porgendo l’orecchio al pubblico dello “Stadium” con cui il conto, anche anni dopo l’esperienza interista, resta evidentemente aperto.

Il primato dei bianconeri in graduatoria resta in ogni caso solido; la Juventus vanta infatti 9 punti a fronte dei 7 del Manchester United, inseguitore più immediato. A quota 5 si propone invece con ancora qualche aspirazione il Valencia, che al “Mestalla” liquida per 3-1 lo Young Boys, ultimo con 1 punto.

Nel gruppo E il Bayern Monaco vince con disinvoltura per 2-0 sull’AEK Atene e resta primo nel raggruppamento con 10 punti; a due lunghezze di distanza, insegue l’Ajax, fermato sull’1-1 in casa del Benfica, che con 4 punti non demorde. Senza punti, invece, gli ellenici. Nel gruppo F, infine, vittoria debordante per il Manchester City, che sommerge lo Shakhtar Donetsk per 6-0 e guida la classifica con 9 punti; il secondo posto è invece appannaggio del Lione, che pareggia in casa per 2-2 con l’Hoffenheim. I tedeschi, a quota 3 punti, e gli ucraini, con 2, formalmente restano ancora in gioco per gli ottavi di finale.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =

Close