Cronaca

Caso Orlandi: le ossa in Nunziatura non sono le sue

I primi dati le attribuiscono ad un uomo ed antecedenti al 1964

Roma, 23 novembre – I dati preliminari relativi alle analisi svolte sulle ossa ritrovate ad ottobre nella sede romana della Nunziatura Apostolica, affermano che i resti non sono di Emanuela Orlandi e men che meno, di Mirella Gregori. Si tratta infatti di ossa appartenenti allo scheletro di un uomo ed antecedenti al 1964. A darne notizia, gli esperti della Polizia Scientifica di Caserta, nominati dalla Procura di Roma.

Gli accertamenti sono stati condotti su radio destro e su una parte della calotta cranica. Va detto che l’iter degli esami non si è ancora definitivamente concluso; manca ancora da verificare i resti di collagene su un molare ed una vertebra.

Il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro, ha commentato: Da quanto mi risulta questi sono i primi esiti degli esami col metodo del carbonio 14: io vorrei aspettare la fine e poi vorrei avere il risultato dell’esame genetico con il Dna, che può dare la certezza sulla datazione”. “Vorrei anche capire – ha aggiunto Orlandi – da cosa dipende questo spartiacque così netto del 1964. In ogni caso andrà chiarito perché c’erano quelle ossa pochi centimetri sotto il pavimento”.

La Voce

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Back to top button