Running

Running: correre sul tapis roulant

Allenarsi al coperto e migliorare le proprie prestazioni

Bentornati nella rubrica dedicata al running. Dato che oramai le temperature vanno diventando sempre più rigide, alcuni lettori abituali si sono rivolti a questa rubrica in quanto, nonostante i consigli in materia di abbigliamento tecnico da utilizzare in occasione delle basse temperature (a cui devono aggiungersi le sempre più scarse ore di luce dopo il lavoro) preferiscono allenarsi al coperto, utilizzando un tapis roulant.

Le considerazioni circa l’utilizzo di questo macchinario sono molteplici. Innanzitutto, è fuori discussione che il tapis roulant faccia bene a tutti e che sia in grado di apportare benefici ancora più evidenti proprio ai runner. Corsa e camminata, d’altra parte, sono gli esercizi fisici che permettono di bruciare più calorie e grassi.

Tendenzialmente, è corretto affermare che sul tapis roulant si brucino più calorie rispetto alla corsa su strada, in quanto la sudorazione è maggiore e pertanto anche il dispendio calorico. Per simulare l’attrito o la resistenza di una corsa all’aperto, è sufficiente impostare una pendenza prossima all’1-2%. Ovviamente, il dispendio calorico aumenta in proporzione alla velocità e alla distanza percorsa.

Allenarsi sul tapis roulant, inoltre, garantisce il mantenimento di un ritmo costante e meno stressante a livello di articolazioni; l’esperienza di chi scrive, peraltro, comprende la rottura (per quattro volte) dei crociati anteriori delle ginocchia. Senza i benefici del tappeto, i tempi e la fatica necessari per riprendere a correre sarebbero stati senz’altro più lunghi e forse insostenibili. Per finire, poi, non va dimenticato che per chi ama correre con la musica, il tapis roulant azzera i rischi che invece potrebbero presentarsi su strada.

L’allenamento sul tappeto è inoltre ottimo per incidere sull’aumento della velocità, che, anzi, è probabilmente una delle componenti della corsa maggiormente suscettibili di miglioramenti. A ciò contribuisce sicuramente l’evoluzione tecnologica dei moderni tapis roulant, ormai in grado di offrire innumerevoli settaggi, in modo da poter tenere sempre sotto controllo i propri progressi.

Allo stesso tempo, non si può negare che correre al chiuso sempre alla stessa velocità possa alla lunga generare un po’ di noia. Il consiglio è di attivare i percorsi di allenamento preinstallati, che includono ripetute, percorsi collinari, etc. Insomma, un fattore fondamentale per non smarrire il piacere dell’allenamento è variarlo ad ogni occasione.

A questo punto, non mi resta altro che salutarvi, ricordandovi di scrivermi per dubbi e curiosità. E, come sempre, buone corse a tutti.

Antonio De Vito

Tags
Mostra Altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + diciannove =

Vedi Anche

Close
Close