Mondo

Huawei: arrestata in Canada la direttrice finanziaria

Meng Wanzhou, secondo Washington, avrebbe violato le sanzioni USA contro l'Iran

Vancouver, 6 dicembre – Meng Wanzhou, direttrice finanziaria di Huawei nonché figlia del fondatore del colosso tecnologico, Ren Zhengfei, è stata arrestata a Vancouver lo scorso 1 dicembre ma la notizia è stata resa nota solo oggi.

L’ordine di arresto è stato spiccato dalle Autorità americane secondo le quali, Meng Wanzhou, avrebbe violato le sanzioni imposte da Washington nei confronti dell’Iran. Il Governo americano ha chiesto l’estradizione della manager.

Huawei ha diffuso una Nota nella quale spiega di non essere al corrente di alcun illecito commesso dalla manager, ritenendo che “i sistemi legali canadese e statunitense arriveranno infine a una giusta conclusione” e sottolineando il fatto che l’azienda rispetta “tutte le leggi e regole applicabili dove opera, tra cui le vigenti leggi sulle sanzioni e sul controllo delle esportazioni e le regole di Onu, Usa e Ue”.

Il Governo cinese attraverso la sua Ambasciata in Canada ha chiesto il rilascio di  Meng Wanzhou e non nascondendo irritazione per quanto accaduto, ha espresso “una ferma opposizione e protestiamo con forza contro questa grave violazione dei diritti umani”.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =

Close