Cucina

NATALE A TAVOLA. Riso venere con pesce

Care Amiche e cari Amici de La Voce, la cena della Vigilia di Natale, tradizionalmente, specie nelle regioni del Sud Italia, vuole il pesce a tavola. Per questo motivo, ho pensato di proporvi un primo piatto che sicuramente incontrerà il favore di molti: il riso venere con pesce.

Non è difficile da preparare ma richiederà un po’ del vostro tempo: 20 minuti per la preparazione e 35 per la cottura.

Per soddisfare quattro commensali dovrete disporre di 300 grammi di riso venere, 50 millilitri di olio extravergine d’oliva, 150 grammi di calamari, 100 millilitri di vino bianco, 150 grammi di polipetti veraci, 50 grammi di pomodori ciliegini. Inoltre, pepe e prezzemolo per quanto potranno bastare.

Per preparare il brodo di pesce vi servirà un litro d’acqua, uno spicchio d’aglio, 100 grammi di mazzancolle, una cipolla, 60 millilitri di olio extravergine d’oliva. Inoltre, pepe, prezzemolo e sale per quanto potranno bastare.

Date priorità alla preparazione del brodo di pesce. Sgusciate le mazzancolle e privatele dell’intestino aiutandovi con un coltello. La polpa ottenuta mettetela in frigorifero e cominciate a rosolare in un tegame, olio, aglio, cipolla ed i gusci delle mazzancolle: cinque minuti nel corso dei quali sfumerete con il vino.

Adesso, ricoprite il composto con l’acqua, aggiungendo il prezzemolo ed il pepe; fate cuocere per una ventina di minuti. Ora, filtrate il brodo avendo cura di tenerne un mestolino da parte. Il resto, mettetelo in un tegame e fate bollire.

E’ il momento di pensare al riso che verserete nel brodo bollente dove cuocerà per alcuni minuti; abbiate cura di mescolare di quando in quando. Mentre il riso è in cottura, in un tegame mettete a cuocere nell’olio gli aromi, i calamari ed i polipetti; sfumate ogni tanto con il vino ed aggiungete il mestolino di brodo che avete conservato prima.

Una volta cotto il riso, scolatelo e versatelo nel tegame dove avete cotto i calamari ed i polipetti. Aggiungete la polpa delle mazzancolle, i pomodorini che avrete tagliato a piccoli pezzi e proseguite la cottura per qualche minuto ancora. Al termine, aggiungete il prezzemolo ed il pepe; servite a tavola ben caldo.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, il mio suggerimento è un Greco di Tufo.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 4 =

Close