Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Nella nostra sera di Natale, una belga speciale: Bush de Noël

Care Amiche e cari Amici de La Voce, estimatori della buona birra, ci stiamo avvicinando sempre di più a Natale, affrettandoci a fare acquisti anche per la nostra tavola che, a seconda delle tradizioni, sarà imbandita per la cena della Vigilia oppure per il pranzo del 25 Dicembre come per entrambe le ricorrenze.

Oltre che pensare al cibo, al buon vino ed allo spumante per accompagnare il panettone o il dolce che più vi piace, occorre non dimenticarsi di rifornire il frigorifero di una birra che sappia accompagnare la serata di Natale, quando fuori la temperatura sarà rigida ed occorrerà scaldare il cuore e l’anima.

Per questo articolo prenatalizio, ho pensato di proporvi una belga scura prodotta in Vallonia dal birrificio Dubuisson. Vi sto parlando della Bush de Noël.

Prima di entrare nel merito di questa specialità, un po’ di storia della birra Bush che affonda la sua storia negli Anni 30 del secolo scorso. Fu Alfred Dubuisson che nel 1933 creò questa birra che per molti versi ricorda le inglesi con sapori prevalenti di malto. Realizzata con un processo di alta fermentazione, si presenta ambrata ed infatti il suo nome ufficiale è Bush Ambrée ma è nota anche con il nome di Bush 12, dalla sua importante gradazione (12% vol) che ne fa, come riportato in etichetta, la più forte del Belgio.

Bush Ambrée ma non solo: il birrificio Dubuisson realizza anche la Bush Blonde, la Bush 7, la Cuvée des Trolls e non ultima per importanza, la nostra scelta: la Bush de Noël.

Realizzata per la prima volta nel 1991, è miratamente prodotta per le Festività natalizie. Al sapore si propone con note dolci e di luppolo. Per ottenere questo risultato, il mastro birraio la tratta ponendo fiori di luppolo nelle vasche dove la birra riposa per un periodo di 4/6 settimane, sino alla sopraggiunta piena maturità. Al pari della classica Bush Ambrée, la sua gradazione è 12% Vol.

Per degustarla suggerisco un vetro trappista oppure un Tulip.

Ci rivedremo prima di Capodanno e per voi sceglierò una bottiglia importante da stappare per salutare degnamente l’arrivo del 2019.

Un caro saluto, sinceri auguri di Buon Natale e… Salute!

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =

Close