Cucina

Vi avanza un cotechino? Mettetelo in… galera!

Care Amiche e cari Amici de La Voce, innanzitutto Buon Anno! Sicuramente nelle vostre case ci sono ancora cibi tipici delle festività natalizie. Qualora ci fosse anche un cotechino, vi suggerisco di metterlo in… galera! No, Chef Antony non è impazzito: vuole solo suggerivi una ricetta originale dell’Emilia Romagna per rendere il cotechino ancor più gustoso.

Non è difficile da preparare e vi porterà via poco meno di un’ora del vostro tempo.

Per realizzarlo, oltre al cotechino vi occorrerà una fetta di punta di culatta di manzo, una fetta di prosciutto crudo, un cucchiaio di cipolla tritata, mezza tazza di Lambrusco, un decilitro di olio extravergine d’oliva, mezza tazza di brodo ed ancora, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Fate cuocere il cotechino ma solo per metà del tempo necessario. Fatelo sgocciolare, raffreddare e spellatelo con cura. Battete col batticarne la fetta di culatta di manzo, sono ad ottenere il giusto spessore; conditela con sale e pepe ma senza esagerare. A questo punto, copritela con la fetta di prosciutto ed avvolgete il tutto attorno al cotechino, legandolo con spago da cucina.

Mettete ad imbiondire la cipolla nell’olio e deponetevi il cotechino. Versate il brodo che avrete miscelato con il Lambrusco. Coprite con un coperchio e fate bollire. Proseguite la cottura a fiamma media finché non sarà pronto. Se serve, durante la cottura potrete versare qualche cucchiaio di brodo e Lambrusco.

A cottura ultimata, tagliate il cotechino a fette e deponetelo su un piatto da portata; versategli sopra la salsa di cottura e servite a tavola. Se volete, potrete utilizzare come contorno, una purea di patate oppure di spinaci.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, il mio suggerimento è un Lambrusco.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 4 =

Close