La "Sophia"Senza categoria

La nostra esistenza come viaggio di consapevolezza

Cogliere consapevolmente un’esperienza per la nostra più grande 
evoluzione. 

In questi giorni riflettevo sul significato profondo delle esperienze durante la nostra esistenza qui e come ogni situazione chiede di essere compresa nel profondo dentro di noi per donarci il suo insegnamento e per far sì che la nostra evoluzione diventa possibile. 

Un po’ di tempo fa ho ripreso in mano un libro che mi ha accompagnato già all’età di dieci anni e ho sentito di volerlo rileggere; sapevo che mi aveva assai colpito anche allora e che aveva per me un significato molto particolare. Quello che però mi ha impressionato è stato il mio desiderio di volere quel libro nuovamente tra le mie mani, e quindi non solo il ricordo che avevo di esso. Rileggendolo ho messo da parte quello che ricordavo di aver provato anni fa perché era il libro con la sua storia, con tutti i suoi dettagli e la sua meravigliosa conoscenza che raccoglieva all’interno su cui mi sono focalizzata. E’ stata la mia parte interiore a spingermi a rileggerlo ancora oggi, facendomi ricordare di un libro che non avevo più neanche tra le mani, ma che ho sentito di dover recuperare nella casa in cui sono cresciuta. Ho compreso quindi una cosa che era già dentro il mio cuore e che esso ha cercato di comunicarmi molto tempo fa.

Vi racconto questo perché credo che sia importante rendersi conto che viviamo le esperienze sempre in base al nostro stato di consapevolezza e grado di evoluzione. Quando lessi per la prima volta il libro avevo colto una parte del significato profondo, ovvero quella parte che potevo comprendere in base alla mia consapevolezza e che mi serviva per evolvere in quel momento. Dopo anni e solo grazie alla mia crescita profonda sono riuscita a cogliere ciò di cui semplicemente non ero ancora consapevole allora. 
La verità è già dentro ognuno di noi, ma molto spesso non la si riesce a cogliere perché si crede che evolvere e diventare consapevoli di chi siamo significhi avere sempre tutto ciò che si desidera, essere sempre felici, avere sempre una sicurezza, una famiglia che ci comprende, una relazione ed essere perennemente in uno stato di assoluto amore. Chiediamoci invece se siamo veramente pronti per vivere determinate esperienze. 

Molto spesso ci si lamenta di quello che si vive, di una situazione, di una persona, di essere soli, di non fare una vacanza, di una malattia o di un lavoro. Raramente però ci si chiede di cosa non si è ancora consapevoli, quante volte si sottovaluta il proprio potere e la propria capacità di trasformare una situazione e cogliere il significato profondo che essa vuole comunicarci. 

Nel nostro sistema si ritiene fondamentale superare una prova, un esame, acquisire conoscenze tecniche e un titolo per poter andare avanti ed essere premiati con una votazione, una patente o un lavoro. Dovremmo però soffermarci a pensare quale vantaggio ci porta realmente tutto questo se poi nella nostra profondità e attraverso la nostra conoscenza interiore non sappiamo come relazionarci con noi stessi e con gli altri; oppure se non cogliamo le esperienze come una vera opportunità di ampliare il nostro grado di consapevolezza e dunque evolvere in esse.

Soffermiamoci a riflettere dentro di noi cosa significa veramente crescere e comprenderemo che la nostra evoluzione non si ferma con un voto, una scuola, un’università e un lavoro ma che va molto oltre. Chiediamoci se abbiamo realmente creato una base consapevole dentro di noi per accompagnare un figlio fin da piccolo nella sua evoluzione, ed insegnargli a scegliere e se quello che ci circonda  è stato realizzato su una tale base.


Diventare consapevoli è il valore più grande che possiamo dare al nostro percorso di crescita se solo cominciassimo a misurarci in base ad esso, comprendendo che questo è un viaggio nella nostra esistenza sempre più consapevole. 

Sophia Molitor

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =

Close